SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ottime notizie per le scuole superiori del Piceno situate sia dentro che fuori il cratere sismico: il Piano delle Opere Pubbliche della Regione – Ufficio Speciale Ricostruzione Marche Sisma 2016 assegna infatti oltre 15 milioni e 470 mila euro per interventi di adeguamento e miglioramento sismico.

“Complessivamente dunque – affermano con soddisfazione il Presidente della Provincia Paolo D’Erasmo e la Vice Presidente Valentina Bellini – le risorse per gli istituti superiori di competenza dell’Ente salgono a oltre 25 milioni e 490 mila euro se si considerano nel computo anche i 10 milioni di euro già previsti per l’Edilizia Scolastica nel Bilancio 2017 della Provincia e i fondi per la sicurezza messi a disposizione dal Ministero dell’Istruzione. L’obiettivo – proseguono D’Erasmo e Bellini – è quello di avviare, entro giugno 2018, il maggior numero possibile di cantieri per le opere di adeguamento e miglioramento sismico e per altre tipologie di manutenzione straordinaria degli edifici scolastici. L’impegno prioritario è quello di rafforzare ulteriormente la sicurezza di chi opera e vive nel mondo della scuola. Ringraziamo la Regione Marche per il proficuo lavoro svolto mediante l’Ufficio Speciale per la Ricostruzione che ha intercettato le esigenze dei vari istituti anche mediante i progetti di monitoraggio di vulnerabilità sismica per i quali la Provincia ha investito oltre 230 mila euro”.

Entrando nel dettaglio delle misure si evidenzia che nel Piano delle Opere Pubbliche della Provincia sono stanziati 6 milioni e 800 mila euro per la realizzazione della nuova sede dell’Istituto Scolastico Psicopedagogico “Trebbiani” di Ascoli Piceno e 450 mila euro per la manutenzione straordinaria degli istituti. Per quanto concerne gli interventi di adeguamento e miglioramento sismico le cifre analitiche sono le seguenti: 1 milione e 735 mila euro per l’Istituto d’Arte “Licini”, 381 mila euro per l’Itis “Mazzocchi”, 1 milione e 462 mila per la succursale Ipsia di Via Faleria, per il Liceo Classico “Stabili” 877 mila euro (fondi Ricostruzione Sisma) e 900 mila euro (fondi Miur), 590 mila euro per l’Istituto Tecnico Commerciale “Umberto I”, 1 milione e 753 mila euro per l’Istituto Industriale “Fermi”, 2 milioni e 718 mila euro per l’Istituto Agrario “Ulpiani”, 361 mila euro per il Liceo Scientifico “Orsini”, 2 milioni e 602 mila euro per l’Ipsia “Sacconi”, 1 milione e 90 mila euro per la scuola regionale di formazione di Via Cagliari anche succursale Ipsia. Ed ancora per l’Ipsia “Guastaferro” di San Benedetto 1 milione e 423 mila euro (fondi Ricostruzione Sisma) e 750 mila euro (risorse Miur), 480 mila euro per l’Istituto Commerciale “Capriotti” di San Benedetto. Infine, completano la lista degli interventi, i 700 mila euro di fondi Miur assegnati per l’adeguamento sismico dell’Istituto “Fazzini” di Grottammare e i 420 mila euro (sempre fondi ministeriali) per la manutenzione straordinaria dell’Istituto Alberghiero “Buscemi” di San Benedetto del Tronto.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 159 volte, 1 oggi)