GROTTAMMARE – Scadono questa settimana i termini del bonus idrico concesso dal CIIP. Il Bonus Idrico è uno sconto annuo sugli importi dovuti per il servizio idrico integrato a favore delle famiglie che versano in disagio economico. Ogni nucleo familiare può ottenere uno sconto massimo di € 60 + € 20 per ciascun membro eccedente il secondo. Il bonus richiesto entro venerdì 15 dicembre verrà accreditato agli aventi diritto direttamente nelle bollette emesse nell’anno 2018.

La richiesta può essere avanzata dal titolare della fornitura idrica, residente all’indirizzo della fornitura e che possa dimostrare un indicatore ISEE sino a 7.500 €.

La domanda può essere spedita a mezzo raccomandata AR all’indirizzo CIIP spa – Viale della Repubblica 24 – 63100 Ascoli Piceno, oppure, consegnata a mano direttamente all’ufficio protocollo della sede CIIP spa di Ascoli Piceno.

Non potranno beneficiare del bonus titolari di contratto di fornitura risultati morosi in passato.

Le persone interessate potranno reperire la modulistica di domanda dal sito web www.ciip.it o recandosi allo Sportello Clienti nelle sedi CIIP di Ascoli Piceno e Fermo, o presso gli uffici delle amministrazioni comunali e i CAAF delle province di Ascoli Piceno e Fermo.

FONDO MOROSITÀ INCOLPEVOLE. Le persone destinatarie di intimazione di sfratto esecutivo  possono richiedere entro il 31 dicembre un contributo integrativo per regolarizzare il pagamento dell’affitto, nel caso possano dimostrare la sopravvenuta minore capacità reddituale del nucleo familiare.

Il beneficio è destinato a quei nuclei familiari in cui il destinatario del provvedimento di sfratto per morosità, o uno dei familiari residenti nell’alloggio, sia un lavoratore dipendente, autonomo o precario colpito dagli effetti della crisi economica (licenziamento, riduzione orario di lavoro, cassa integrazione, cessazione attività, mancato rinnovo di contratti a termine) o da altri eventi  (malattia grave, infortunio o decesso di un membro del nucleo familiare), tali da incidere notevolmente sul reddito familiare complessivo.  

A dimostrazione dell’incolpevolezza della morosità, l’interessato dovrà provare che il  pagamento dell’affitto negli anni precedenti all’insorgere della riduzione della capacità reddituale era stato regolare, di essere titolare  di un contratto di locazione di un immobile nel comune di Grottammare non rientrante nelle categorie di case di lusso e di pregio, e di essere destinatario di un atto di intimazione di sfratto per morosità incolpevole.

Informazioni e assistenza nella compilazione delle domande possono essere richieste allo sportello del Servizio Assistenza alla Persona (0735 739235/236).

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 204 volte, 1 oggi)