SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Samb fa la conta degli arruolabili in vista della partita di domani contro l’Albinoleffe quando, oltre ai due squalificati Bacinovic e Di Massimo, potrebbe dover fare a meno anche di Vittorio Esposito e Mirko Miceli: il primo non si è praticamente mai allenato in settimana (solo una leggera corsetta ieri) a causa di un’influenza mentre il secondo ha una frattura scomposta al naso che non deve essere operata ma che oggi lo ha costretto a sgambettare al campo Europa con una mascherina.

E proprio sull’argomento mascherina Ezio Capuano dice la sua davanti alla stampa alla vigilia della partita. “Sto nel calcio da anni e so che con la msacherina non si può giocare perché compromette la visione periferica e di ciò che sta in basso” commenta il mister. “Miceli dunque o gioca senza mascherina o non gioca perché altrimenti si traveste da Zorro e va a fare il carnevale”. Parole, queste, sintomo di un probabile confronto col calciatore a cui è stato fatto lo stesso aut-aut.

E mentre per domani si prevede un’affluenza buona ma non da record di tifosi rossoblu (53 biglietti venduti all’ora di pranzo di giovedì) in casa rossoblu non si può evitare di tornare alla partita di Pordenone, per lo meno per il prezzo in termini di assenze che è costata(a proposito, il Dg Gianni in queste ore ha inoltrato un ricorso per provare a farsi scontare la squalifica).

“Io non cerco mai alibi ma stavolta ci mancano diversi giocatori e paghiamo una decisione arbitrale legittima ma che più la rivedo e più mi fa impazzire” prosegue da far suo Capuano, che a questo punto potrebbe ritrovarsi senza seconde punte e con la necessità, magari, di fare un cambio di modulo ripassando al 3-4-3 e riproponendo sia Valente che Troianiello oppure alzando Vallocchia. Quel che è certo è che Bove non sostituirà Bacinovic da playmaker (“per me rimane ancora inadatto a quella posizione perché non ha ancora una buona fase di interdizione” ribadisce il mister) e allora se sarà centrocampo a 5 è possibile l’impiego di Domenico Di Cecco dal 1′ minuto, un calciatore di cui, oggi, Capuano tesse le lodi: “Su Di Cecco conto moltissimo perché oltre a un valente calciatore ancora, è una persona per bene e talvolta le qualità dell’uomo vanno oltre quelle del calciatore”.

Davanti un Albinoleffe che il mister campano considera “una buona squadra che sa chiudere gli spazi e ripartire velocemente” e che certamente vorrà rifarsi dopo le due ultime sconfitte. “Sappiamo come affrontnarli e nonostante le assenze non andremo a fare le vittime sacrificali” è il monito dell’allenatore che, però, di dare qualche anticipazione sulla formazione non ci pensa per niente. “Già hanno troppi vantaggi…”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.

(Letto 1.315 volte, 1 oggi)