TERAMO – Un progetto di rilancio per Prato Selva, un progetto che riparta da quello che c’è: gli impianti e l’albergo “che sono un patrimonio che non può rimanere inutilizzato” secondo il presidente Renzo Di Sabatino che ha incontrato nei giorni scorsi il sindaco di Fano Adriano, Adolfo Moriconi, insieme ai liquidatori della Gran Sasso Teramano.

 Dalla riunione è scaturita la volontà di valutare, sulla base di un piano di fattibilità che tenga conto sia dei costi che dei punti di forza dei luoghi da un punto di vista della fruibilità turistica, la possibilità di intervenire per l’adeguamento degli impianti e la loro riapertura per la stagione estiva.
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 108 volte, 1 oggi)