Pallamano Camerano-Hc Monteprandone 20-31

CAMERANO: Badialetti 5, Boccolini 2, Marinelli 2, Pagliarecci 3, Recanatini 2, Cirilli 2, Gardi 2, Manfredi 1, P. Recanatini 1. All.: Cardogna.

MONTEPRANDONE: Coccia 4, Grilli 11, Marucci 8, Sabbatini 4, Mucci, Cani 1, Khouaja 2, Mattioli, Campanelli 1, P. Funari, Lattanzi, Di Girolamo, Parente. All.: Vultaggio.

Arbitri: Carrino e Pellegrino.

NOTA: parziale primo tempo, 12-13.

CAMERANO – Alleluia Handball Club Monteprandone. I verdi sbancano Camerano e si sbloccano dopo 8 mesi. Prima vittoria del campionato e ultimo posto in classifica del girone C lasciato a Bastia Umbra, ospite sabato al Colle Gioioso. Chissà che non sia la svolta.

Nonostante le assenze del capitano De Cugni, del vice D’Angelo, di Funari e Di Cocco, l’Hc guidati da Coccia, per l’occasione con la fascia al braccio, sfoderano la migliore prestazione stagionale annichilendo Camerano. Primo tempo con Monteprandone sotto nel punteggio una sola volta, al 13′ (5-4). Una parentesi: da lì in avanti è un crescendo dei verdi. Si va al riposo sul 12-13.

Nella ripresa grazie a una difesa di ferro (insuperabile, Mucci) Monteprandone accelera. In attacco Grilli è stellare (conterà 11 gol), Sabbatini e Marucci quasi, e allora l’Handball Club può permettersi di firmare il primo successo con un punteggio larghissimo (20-31). Ulteriore nota lieta della pomeriggio dorico il rientro dopo 2 mesi del classe 1999, Khouaja.

Coach Andrea Vultaggio commenta: “Quando giochiamo da squadra unita è difficile non fare bene. Devo fare i complimenti a tutti i ragazzi perché hanno davvero dato prova di non essere per caso in serie A2, contro un avversario che in casa credo non abbia mai subìto negli ultimi anni un passivo di tali proporzioni. Ma adesso vietato rilassarsi: la salvezza dobbiamo ancora sudarcela. Intanto, ci piacerebbe regalare un’altra soddisfazione ai nostri tifosi, nell’ultima gara interna dell’anno, sabato contro Bastia” auspica coach Vultaggio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 40 volte, 1 oggi)