SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un incontro per parlare delle macerie del terremoto che vengono trattate nel quartiere. Il 6 dicembre (alle 17 e 30 presso la sala parrocchiale della Chiesa Annunziata) il Partito Democratico avrà un faccia a faccia con i cittadini dell’Agraria per parlare di quello che negli scorsi mesi è stato un vero e proprio “caso”.

E l’incontro si terrà proprio a “casa”di Peppe Giorgini (visto che nel quartiere ci vive) che ha lanciato l’allarme sulla presunta presenza di amianto fra gli stock di calcinacci e rovine frutto del sisma del 2016 che vengono trattate, triturate e trasformate in materiale di riciclo edilizio, proprio all’Agraria.

All’incontro dovrebbero partecipare il consigliere regionale Fabio Urbinati (che ha annunciato il meeting), l’assessore Angelo Sciapichetti e il funzionario della Regione Massimo Sbriscia, tutti soggetti tirati in ballo da Giorgini in più di un’occasione nel corso della battaglia che il consigliere regionale pentastellato porta avanti dall’estate scorsa con tanto di dossier fotografici, esposti in procura e consulenze che il grillino si è fatto fare da esperti in materia (a quanto pare, poi, in questi giorni proprio a seguito dell’esposto del consigliere, Carabinieri e Asur hanno compiuto dei controlli nei capannoni in cui vengono raccolte e trattate le macerie).

Il Pd dunque, che ha bollato sempre come “allarmiste” le tesi di Giorgini, spiegherà la situazione ai cittadini da suo punto di vista. E chissà se la sede sarà l’occasione diretta per un confronto pubblico con i 5 Stelle. E col “padrone di casa” in particolare.

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 550 volte, 2 oggi)