GROTTAMMARE – Due pecore uccise e due disperse sono il bilancio di un attacco avvenuto nelle campagne di Grottammare.

A denunciarlo è la Coldiretti Ascoli Fermo dopo la segnalazione giunta dall’azienda agricola di Alessandra Amadio, in via della Fratellanza. I selvatici (lupi o cani randagi) hanno aggredito il gregge durante la notte senza che gli allevatori potessero intervenire.

 “L’aumento degli attacchi agli allevamenti e l’annosa e irrisolta questione del proliferare dei cinghiali stanno rendendo sempre più difficile l’attività delle aziende agricole, oggi letteralmente assediate dagli animali selvatici – accusano Paolo Mazzoni, presidente di Coldiretti Ascoli Fermo, e il direttore Alessandro Visotti -. Occorre dunque dare certezze alle aziende esasperate, sia dal punto di vista della prevenzione, sia della velocizzazione delle procedure di pagamento, per le quali si iniziano peraltro a intravvedere spiragli positivi dopo i problemi causati dall’introduzione del cosiddetto regime de minimis, il tetto ai danni pagabili”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.104 volte, 1 oggi)