RIPATRANSONE – La pasta all’uovo per eccellenza, tra le specialità agroalimentari del territorio, in vetrina a Fico grazie alla Banca di Ripatransone e del Fermano. Una delegazione dell’Istituto di credito, composta dal presidente Michelino Michetti, dal direttore Vito Verdecchia e dai consiglieri Giovanni Capriotti, Adriano Maroni, Francesco Massi e Delio Ribeca e dal Gestore corporate Giampiero Farina, ha partecipato nei giorni scorsi all’inaugurazione della Fabbrica italiana contadina, che ospita tra le aziende selezionate all’interno del Parco tematico, “La Campofilone” guidata dall’imprenditore Enzo Rossi.

E’ per noi motivo di orgoglio avere supportato il progetto finanziario di un’importate azienda nel settore della produzione di pasta all’uovo come ‘La Campofilone’ – spiega Michelino Michetti presidente della Banca di Ripatransone e del Fermano – nell’ambito di questa iniziativa che sicuramente rappresenta una vetrina di rilievo in tutto il mondo per i prodotti agroalimentari del territorio. Con questa iniziativa, riteniamo di aver contribuito, nel nostro piccolo, a diffondere ulteriormente sul panorama nazionale e internazionale, il nome e le tipicità economico del territorio fermano”.

Fico, infatti, è tra i più grandi parchi al mondo sulla biodiversità agroalimentare italiana con una struttura che comprende 10 ettari, di cui 2 di campi e stalle all’aria aperta con più di 200 animali e 2000 cultivar e 8 coperti, dove è possibile visitare 40 fabbriche contadine per assistere alla produzione di carni, formaggi, pasta, olio, birra e altro ancora. Eataly World ospita anche oltre 40 luoghi di ristoro in cui si possono assaporare le principali ricette della cucina italiana con ingredienti freschi e genuini.

Fico nasce da un’idea di Andrea Segrè, presidente del Caab – Centro Agro Alimentare Bologna, e Oscar Farinetti, fondatore di Eataly.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 317 volte, 1 oggi)