MARTINSICURO – L’annuncio della realizzazione di una fermata ferroviaria a Martinsicuro ha suscitato sentimenti contrastanti nel gruppo consiliare di minoranza di Città Attiva. Se da un lato c’è entusiasmo per questo importante traguardo per la città, da un lato c’è rammarico per la mancanza di riconoscenza verso la precedente amministrazione per il lavoro svolto in merito a questo progetto.

“Accogliamo con favore la notizia relativa alla concreta possibilità di ottenere la fermata ferroviaria a Martinsicuro nel giro di 18 mesi – si legge in una nota – Onestà intellettuale (qualità che evidentemente difetta un pò in capo a qualcuno), tuttavia, avrebbe voluto che da parte degli attuali amministratori si fosse riconosciuta l’importanza del nostro grande e qualificato lavoro in tal senso, iniziato con una richiesta ufficiale ad RFI nel 2013, proseguita con due diverse missive indirizzate al Presidente della Regione Abruzzo nel 2014 e nel 2015 e culminata con la Delibera di Consiglio del 21 Giugno 2016, l’Assemblea pubblica organizzata in Sala Consiliare il 14 Dicembre 2016 in cui abbiamo chiesto ed ottenuto la presenza del Governatore ed un elaborato dossier di oltre 30 pagine, elaborato personalmente dalla nostra giunta e presentato ad RFI esattamente un anno fa. Anche noi ringraziamo il Comitato per la fermata di Martinsicuro, ma anche i vertici della Regione Abruzzo, nelle persone del Presidente e del Consigliere Monticelli, che ci convocarono lo scorso 3 Maggio per assicurarci che la procedura stava entrando nella sua fase decisiva. Agli attuali amministratori consigliamo, nel frattempo, di tenere l’area in condizioni di decoro, cosa che attualmente non è dato riscontrare”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 607 volte, 2 oggi)