SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Entusiasmo, emozione ed un pizzico di magia martedi pomeriggio alla presentazione della Sportlandia Sambenedettese femminile nella sala consiliare del Comune di Acquaviva Picena. Un incontro ufficiale a suffragio della collaborazione tra la squadra e l’amministrazione comunale acquavivana che ha messo a disposizione gli impianti sportivi comunali per le gare del campionato di Serie C al quale parteciperà la squadra rossoblù. 

Insieme alle giovani calciatrici ed allo staff tecnico hanno presenziato l’incontro l’assessore allo Sport Luca Balletta e per la Sambenedettese il coordinatore generale del settore giovanile e scuola calcio Pasqualino Provaroni, il segretario generale Giancarlo Palma e Silvestro Pompei, direttore generale della Sportlandia, società partner della Sambenedettese.

“Per l’amministrazione comunale– ha dichiarato l’assessore Balletta – è un onore oltre che un piacere ospitare la Sambenedettese femminile nel nostro campo sportivo per l’intero campionato. Ho giocato 35 anni a calcio ed ho una sorella che ha giocato in serie A, quindi conosco bene questo mondo. Quando abbiamo ricevuto la proposta di collaborazione abbiamo accettato con entusiasmo coinvolgendo l’Acquaviva Calcio che si è resa subito disponibile per sostenere questo importante progetto che, oltre al valore sportivo, ha un rilevante risvolto sociale in quanto contribuisce a far rispettare le donne. Per questo forniremo il completo appoggio per qualsiasi necessità. Vedere una squadra di calcio femminile nel nostro comprensorio è un sogno che diventa realtà”.

Una splendida realtà che sia un punto di partenza e non di arrivo come ha sottolineato Silvestro Pompei: “Ringraziamo l’amministrazione comunale di Acquaviva – ha spiegato il direttore della Sportlandia Sambenedettese – per la disponibilità e l’assessore per le belle parole che contribuiscono a dare ulteriore entusiasmo e responsabilità alle nostre atlete ed a tutto lo staff che le segue. L’aver fatto risorgere la Sambenedettese femminile con una squadra che partecipa ad un campionato di serie C e con una scuola calcio che da la possibilità a tante bambine e ragazze di praticare il calcio con i colori rossoblu non è un punto di arrivo, ma un punto di partenza, il volano per un adeguato sviluppo del calcio femminile nella nostra zona. Avendo giocato a calcio per tanti anni, essendo allenatore Uefa e contribuendo alla gestione di questa squadra, sono contento di avere come referente un assessore ex calciatore perchè conoscendo questo mondo può contribuire allo sviluppo di questo progetto. Un progetto molto importante sia dal punto di vista sportivo, sia, soprattutto, da quello sociale specialmente per quanto riguarda la parità di genere, l’abbattimento di quelle barriere sessiste, diffuse anche tra i giovani, che penalizzano le donne e lo sviluppo di quella cultura che consideri la donna pari all’uomo per diritti ed opportunità”.

Un progetto fortemente voluto dalla Sambenedettese Calcio e dal suo presidente Franco Fedeli.

“La Sambenedettese femminile – ha spiegato Pasqualino Provaroni –è il risultato di un progetto fortemente voluto dall’amministratore delegato della Samb Andrea Fedeli, sviluppato insieme a Silvestro Pompei, che ringrazio per il prezioso supporto, e realizzato con entusiasmo dalla società rossoblù.  Ringrazio il Comune di Acquaviva per l’ospitalità e per la disponibilità e l’assessore Balletta per i bei concetti espressi nel suo intervento. Con la squadra femminile si allarga la grande famiglia rossoblù che da quest’anno dispone anche di una squadra femminile. La Samb femminile giocherà per ottenere dei buoni risultati sportivi, ma non sarà questo lo scopo principale. Per noi è molto più importante che le nostre atlete facciano propri i veri valori del calcio come il rispetto della compagna e dell’avversaria, la lealtà, la collaborazione, la solidarietà ed il rispetto delle regole”.

Prima di prendere parte al buffet è stato rivolto un augurio di guarigione al tifoso della Samb Luca Fanesi, fratello dell’ex calciatore rossoblù Massimiliano, rimasto gravemente ferito negli scontri scoppiati il 5 novembre scorso fuori dallo stadio al termine della gara Vicenza Samb.

Infine le foto di rito ed il commiato prima con un grande bocca al lupo alle atlete rossoblù per il campionato di C e poi con il magico “Forza Samb”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 614 volte, 1 oggi)