SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Assenti parla di presenza illegittima, senza citare una legge. La 241 da lui menzionata fa riferimento al procedimento amministrativo. Sfido chiunque a dire che la conferenza dei servizi non faccia parte del procedimento amministrativo del project. Anzi è il parere per eccellenza” parole e musica sono di Tonino Capriotti che per primo reagisce alla nota stampa del vicensindaco sull’ormai famosa vicenda del tavolo tecnico rimandato per “colpa” della presenza di Giorgio De Vecchis.

“Assistere è legittimo, un po’ meno intervenire” chiarisce il democratico che prosegue: “Presumo che la politica, tutta, non sia mai intervenuta ad una conferenza dei servizi, che invece deve esprimersi nella massima autonomia. La presenza dell’assessore, che non escludo, era puramente in un atteggiamento di osservazione, esattamente come De Vecchis. Tutto questo a sostegno della tanto acclamata trasparenza da tutti declarata” prosegue il consigliere che dice pure “vietare la partecipazione passiva di un consigliere crea sospetti e non è bello visto che in questi giorni c’è anche un convegno che celebra la trasparenza”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 165 volte, 1 oggi)