SAN BENEDETTO DEL TRONTO  – “La scritta in verde sul muro, riportata nella foto, è figlia dell’ignoranza, del mancato rispetto della cosa pubblica, del non prendersi la responsabilità delle proprie azioni, tre dei pilastri sui quali si fondano le mafie e la mentalità mafiosa”.

Così l’associazione Libera Ascoli Piceno denuncia la scritta ‘Riina vive’ apparsa in un muro di San Benedetto non troppo lontano dal Comune. Il boss di Cosa Nostra e’ morto il 17 novembre a 87 anni.

“Auspichiamo che il comune di San Benedetto del Tronto, la cui sede è non lontana da questo muro, prenda provvedimenti per un gesto che può sembrare una goliardata, ma che rappresenta qualcosa di molto più grave, in un territorio dove il fenomeno mafioso sembra non essere percepito ma che trova, invece, terreno molto fertile” affermano gli esponenti dell’associazione.

L’amministrazione comunale ha fatto sapere che presto la scritta verrà rimossa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 681 volte, 1 oggi)