SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il turismo e i dati da poco elaborati dalla Regione tengono banco nell’ecosistema politico sambenedettese. Di appena sabato una conferenza stampa abbastanza velenosa del Pd (CLICCA QUI) in cui si denunciava una certa responsabilità della maggioranza nel calo evidenziato da Palazzo Raffaello, assieme alla mancanza di comunicazione dell’amministrazione “che non ha indetto conferenze stampa” sul turismo e che, sostanzialmente per i “dem”, non cura i rapporti con gli operatori.

La tanto invocata conferenza stampa sui dati è arrivata oggi mentre dagli uffici fanno sapere che un tavolo turismo ci sarà il 30 novembre. Nel frattempo però la maggioranza ci tiene a commentare e a dare la sua di versione sui numeri. “Il turismo alberghiero sambenedettese, nonostante una leggera flessione, nel 2017 è ancora leader regionale” per l’assessore Pierluigi Tassotti per il quale inoltre “fare sciacallaggio sui terremotati è da irresponsabili” rimanendo nello stesso registro lessicale usato dal Pd.

I terremotati dunque, topic su cui è praticamente esploso un caso. E se Piunti ci tiene a ribadire il binomio San Benedetto-accoglienza (“siamo stati anche elogiati pubblicamente da Luigi Di Maio alla camera per il nostro operato post sisma”) Tassotti punta in prima luogo a correggere sui dati Fabio Urbinati. “Da giugno a settembre le presenze di sfollati nei nostri alberghi sono state 48 mila” sottolinea l’assessore che sfoggia dati del centro operativo della Protezione Civile, arrivando pure a dire che se le presenze dei terremotati potessero essere tolte dal rapporto “avremmo un trend in crescendo rispetto al passato”.

In seconda istanza, e sempre a proposito di terremoto, l’assessore di Fdi vede, nel suo giardino, l’erba un po più verde di quella funestata in in passato dagli effetti del sisma. “Nel 2009 l’Abruzzo fece registrare un calo del 50% nella prima stagione dopo il terremoto dell’Aquila e del 25% nella seconda. In Emilia invece registrarono un -40% dopo il sisma del 2012″ sottolinea Tassotti, che poi passa la palla al Sindaco che non è d’accordo nel dipingere come “nera”, la stagione estiva appena passata.

“Il presidente dell’associazione albergatori (Gaetano De Panicis n.d.r.) è d’accordo con me nel giudicare come positiva l’estate 2017” chiosa Piunti per il quale, in definitiva, la differenza l’hanno fatta quegli eventi estivi tanto criticati dall’opposizione democratica: “Ci sono state manifestazioni per tutti i gusti, le nostre iniziative hanno influito a fugare le preoccupazioni che tutti avevamo all’indomani del sisma”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.

(Letto 356 volte, 1 oggi)