ASCOLI PICENO – L’Associazione Disoccupati Piceni continua a chiedere lavoro e tutele. Alla vigilia della prossima riunione, prevista il 20 novembre presso il Palazzo dei Capitani, i membri invitano tutti gli interessati a partecipare, per condividere opinioni e proposte. Con la lettera qui riportata, l’Associazione stabilisce i punti principali del suo programma.

“I Disoccupati Piceni rinnovano l’appello a tutti i cittadini per la partecipazione all’incontro, che si svolgerà lunedì 20 novembre alle ore 18, presso la Sala delle Ragione del Palazzo dei Capitani di Ascoli Piceno. E’ un’occasione importante per affrontare la difficile situazione socio-economica del nostro territorio. Un incontro per unire tutte le amministrazioni, istituzioni locali, provinciali, regionali e partiti sociali del Piceno – affermano in una nota – Questo territorio ha già perso troppo tempo: abbiamo redditi bassi e alti tassi di disoccupazione, senza contare i danni inflitti dal terremoto. Durante la conferenza presenteremo le nostre richieste per affrontare questa grave crisi. Richieste che sono maturate dal confronto, parlando con la gente nelle piazze. Al termine del dibattito chiederemo la sottoscrizione del documento finale, che sarà consegnato alla Commissione Lavoro della Regione”.

“Tra le nostre proposte c’è la realizzazione di un piano di sviluppo economico specifico per la provincia picena. Non possiamo pensare di andare avanti solo con gli ammortizzatori sociali, serve un nuovo ed efficace progetto su larga scala. Per rilanciare l’economia sono necessari grandi investimenti, e nuove infrastrutture – dichiarano – Chiediamo poi la reintroduzione dell’anzianità di iscrizione alle liste di disoccupazione, per dare la precedenza a chi è da più tempo senza lavoro. L’istituzione di un tutor responsabile, che prenda in carico il disoccupato fino alla nuova ricollocazione; un tutor dovrebbe essere presente in ogni comune, coordinandosi con i vari assessorati”.

“Occorre anche redigere un elenco di tutti i disoccupati, da un lato per conoscere le figure professionali a disposizione, dall’altro per monitorare in modo preciso la situazione nei vari comuni – aggiungono – Un’altra richiesta è coinvolgere una percentuale ben definita di disoccupati piceni per la ricostruzione delle città terremotate”.

“L’elenco completo delle nostre proposte può essere richiesto inviando un messaggio WhatsApp al numero 3347555410, oppure rivolgendosi direttamente ad uno dei nostri stand in piazza. Siamo anche su Facebook, con la pagina “Disoccupati Piceni” – concludono – Saremo presenti tutti i martedì e venerdì al mercato di San Benedetto del Tronto, e nei pomeriggi di giovedì e venerdì presso Piazza Arringo, ad Ascoli Piceno. Invitiamo tutti gli interessati a partecipare, perché lamentarsi senza agire non serve a niente.”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 202 volte, 1 oggi)