GROTTAMMARE – Racchiude saggi e poesie, le opere premiate all’8° Concorso letterario Città di Grottammare,  promosso dall’associazione culturale Pelasgo 968, l’antologia pubblicata dalla realtà culturale presieduta da Gianmario Cherubini.

Il volume conta duecento pagine e conta la presenza delle opere di poeti e scrittori, che mostrano il rispettivo contributo culturale, in un mondo in cui si viaggia sempre più ad alta velocità, donando emozioni e conforto, ad un pubblico di nicchia, che ama le loro produzioni, nonché il profumo della carta, dell’antologia e dei libri in genere.

L’apertura dell’antologia, la cui preparazione è a cura della socia della Pelasgo 968, Veronica Grandoni, è del presidente onorario del concorso, Franco Loi, di una poesia di colui che è uno dei grandi poeti italiani viventi, per il secondo anno presidente onorario del concorso, mentre la presentazione del volume è di Giuseppe Gabrielli, Segretario e anima del premio letterario.

“Siamo partiti otto anni fa, con un bagaglio pieno di entusiasmo, ingenuità, voglia di fare e di costruire – dice il segretario – volevamo un concorso diverso, svincolato da logiche commerciali ed editoriali, volevamo salvaguardare il merito e premiare i migliori. Siamo arrivato in alto, inutile negarcelo: l’ottavo concorso ha registrato la partecipazione di 571 autori e di 973 opere, fra edite e inedite, un traguardo che forse neppure sognavamo, quando esordimmo con circa 150 partecipanti. Quello che ci preoccupa – sottolinea Gabrielli – è che siamo ancora fra gli ultimi paesi ad investire in cultura e nella scuola, siamo ancora quelli che leggono forse un libro l’anno, forse”.

Nel contempo, ha preso il via il percorso del 9° Premio Letterario Nazionale Città di Grottammare, con il patrocinio del Comune di Grottammare, della Regione Marche e del prestigioso Centro Nazionale di Studi Leopardiani di Recanati. E’ suddiviso in quattro sezioni: poesia inedita in lingua italiana, poesia in dialetto, racconto breve e libro edito. A queste si aggiunge un premio speciale, oltre quello alla metrica presente fin dalla prima edizione, per una poesia o racconto breve a contenuto umoristico e/o erotico intitolato a Giuseppe Gioachino Belli.

Altri premi speciali sono un premio dedicato ad un racconto o libro giallo, thriller, noir e un premio speciale per un’opera con tema l’autismo, in collaborazione con l’associazione Omphalos. Il bando ha scadenza il 31 gennaio 2018, termine entro il quale i partecipanti, purché maggiorenni, possono inviare le loro opere.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 141 volte, 2 oggi)