MONTEPRANDONE – Tre dipendenti licenziati, secondo il sindacato, in maniera “discriminatoria e punitiva”. Per questo si è svolto, nella mattina del 13 novembre, un incontro tra la delegazione dei dipendenti della Mag (Mecaer Aviation) di Monteprandone e la dirigenza dell’impresa: presso la sede di Confindustria di Ascoli erano presenti per la Mag Izzi delle Risorse Umane e Verrazzo della Direzione Industriale assieme a Nicolai di Confindustria, mentre erano presenti i sindacalisti Novelli, Malizia, Briani e Pasqualini della Rsu aziendale assieme a Romina Rossi della Fim-Cisl e Angelo Alfonsi della Fiom-Cgil.

“L’Azienda ha ribadito che i licenziamenti di tre dipendenti sono da inquadrare nella ricerca del miglioramento dell’efficienza e la competitività sul mercato – si legge nella nota sindacale – Il sindacato chiede il ritiro immediato dei provvedimenti di licenziamento per i tre dipendenti. La delegazione condanna i provvedimenti, in quanto discriminatori e punitivi se da considerarsi come fossero l’intero intervento da apportare sull’organizzazione interna dello stabilimento per fronteggiare l’innegabile momento di crisi del settore elicotteristico”.

“Allo stesso modo sarebbero del tutto iniqui se in presenza di un malessere ben più profondo e radicale. La delegazione stigmatizza l’operato della Direzione Aziendale che con il suo fare unilaterale e dispotico ha operato un gravissimo strappo nelle relazioni sindacali da sempre trasparenti e proficue in oltre 40 anni di attività del sito – continua la nota – Ritiene esistano margini enormi di recupero nella riduzione degli sprechi (consulenze affidate ad ultra-pensionati, trasporti dedicati, straordinari fuori controllo), così come ritiene possibile gestire con i normali ammortizzatori sociali questa fase di transizione verso il 2019, anno in cui la stessa Direzione prevede il recupero della saturazione per lo stabilimento”.

“La delegazione chiede di incontrare entro le prossime 48 ore la proprietà per manifestare il proprio pensiero e verificare percorsi condivisi. I dipendenti Mag si riuniranno in assemblea mercoledì prossimo alle 16 e valuteranno possibili iniziative. Con il senso di alta responsabilità che li contraddistingue i lavoratori Mag hanno acconsentito la partenza di squadre di operai che si recheranno in missione verso clienti italiani ed internazionali fino alla assemblea di mercoledì. Il ritiro delle lettere di licenziamento saranno determinanti per il proseguo degli incontri” conclude la nota.

(Letto 1.067 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.067 volte, 1 oggi)