SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La pista del dolo si fa piu’ concreta riguardo gli incendi a Porto d’Ascoli avvenuti alle prime ore dell’11 novembre.

Oltre al furgone e alla Fiat Punto distrutti dalle fiamme, una terza vettura è rimasta lievemente danneggiata dai roghi innescati nel parcheggio condominiale di via Tronto. Paraurti in parte fuso dal calore.

Le Forze dell’Ordine stanno indagando sulla vicenda ma tutto fa presupporre al dolo: il furgone e l’auto avevano una distanza di circa dodici metri fra loro. Dalle prime indiscrezioni si ipotizza l’innesco con della diavolina. La palazzina è molto abitata e diversi balconi affacciano proprio nell’area del parcheggio. In tanti hanno temuto che le fiamme potessero propagarsi pericolosamente.

Vari gli automezzi dei Vigili del Fuoco accorsi per lo spegnimento, intervento tempestivo che ha evitato il peggio. I residenti di Porto d’Ascoli sono preoccupati da questa escalation di roghi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 975 volte, 1 oggi)