SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo l’ennesima settimana di polemiche e dopo che lo stesso sindaco è stato tirato in mezzo dal comitato sulla vicenda Muzi e sugli ultimi sviluppi relativi alle questioni urbanistiche, Piunti decide di dire la sua sul tema Piscina.

Il sindaco, a Roma per impegni politici, in realtà è abbastanza caustico e conciso. “Noi abbiamo l’obbligo di governare e non di fare polemiche” rompe il ghiaccio il primo cittadino, prendendo appena per la tangente la questione Muzi. Poi gli chiediamo se terrà in considerazione le richieste, sempre più plurilaterali, di intervento e discussione sul tema Urbanistica.

Il sindaco risponde tracciando l’iter che intende seguire sulla questione project. “Il nuovo piano economico finanziario è arrivato, il 20 novembre ci sarà una conferenza dei servizi interna (probabilmente per quella data sarà arrivato anche il resto della documentazione visto che è probabile anche un ritocco al progetto oltre che ai conti n.d.r.), poi faremo una commissione congiunta Bilancio e Lavori Pubblici e infine ci sarà una riunione di Giunta prima del voto del Consiglio Comunale” chiosa Piunti, quasi stesse seguendo un mantra. Per poi ripetere quello che, per lui, evidentemente è il punto più importante: “La città di San Benedetto ci chiede di governare e ci chiede la piscina. Non ci chiede di certo queste polemiche”

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 688 volte, 1 oggi)