SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Una filiera a km zero per la vendita diretta del pesce pescato sulla costa picena, con il coinvolgimento dei mercati di Campagna Amica attivi sul territorio delle due province.

E’ la proposta al centro dell’incontro organizzato da Coldiretti Ascoli Fermo con i pescatori in programma sabato 11 novembre, alle ore 11, nella sede della Capitaneria di Porto di San Benedetto del Tronto, in viale Marinai d’Italia.

“L’idea è quella di aprire agli operatori ittici delle marinerie sambenedettesi e sangiorgesi la rete dei nostri farmers market – spiegano Paolo Mazzoni, presidente di Coldiretti Ascoli Fermo, e il direttore Alessandro Visotti –, dando opportunità di valorizzazione economica del pescato locale, ma anche offrendo ai consumatori che frequantano i nostri mercati un servizio in più”.

All’incontro prenderà parte anche il responsabile nazionale di Coldiretti Impresapesa, Tonino Giardini. Un modo per rafforzare il legame tra mare e campagna all’insegna del Made in Italy, dopo le positive esperienze nel settore dei servizi che hanno visto proprio il Piceno come laboratorio nazionale nel settore previdenziale.

Sono sempre di più, infatti, i pescatori che si rivolgono all’Epaca, il Patronato della Coldiretti per trovare risposte nel campo delle malattie professionali. Un problema molto sentito dalle marinerie, considerata la durezza e i pericoli del mestiere.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 206 volte, 1 oggi)