N.D.R. Ci scusiamo per la scarsa qualità del video tratto dagli archivi di RaiSport su Internet.

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nella giornata del 6 novembre è stata data l’ufficialità di un addio illustre nel mondo del pallone.

Andrea Pirlo ha appeso le scarpette al chiodo e dato l’addio al calcio. Una notizia già nota da vario tempo. Il celebre centrocampista (ex Brescia, Reggina, Inter, Milan e Juventus) ha concluso la sua gloriosa carriera negli Stati Uniti con la maglia del New York City.

L’ex nazionale, oltre ad aver vinto il Mondiale nel 2006, ha conquistato sei scudetti, due Coppe Italia, tre Supercoppe Italiane, due Champions League, due Supercoppe Europee e un Mondiale per Club. Un palmares leggendario. Ha collezionato 763 presenze e segnato 73 reti (molte su punizioni, la sua specialità).

Inoltre Andrea Pirlo è primatista di presenze (37) e di reti (15) con la maglia della nazionale Under 21 con la quale ha conquistato nel 2000 un campionato europeo e nel 2004 una medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Atene. Alberto Gilardino ha raggiunto il centrocampista nel conteggio delle reti qualche anno dopo.

Uno di questi gol fu realizzato proprio a San Benedetto: era il 17 gennaio 2001. Allo stadio “Riviera delle Palme” approdano gli azzurrini di mister Claudio Gentile per un amichevole contro i pari età della Slovenia. Quella sera erano presenti circa 6500 spettatori allo stadio (dati RaiSport). Era il primo anno di Luciano Gaucci alla presidenza della Samb, all’epoca in serie D e pronta per il ritorno fra i professionisti. In quel periodo Pirlo giocava al Brescia, in prestito dall’Inter. Ai tempi sembrava vicino al Monaco (Ligue 1) ma in estate si trasferì al Milan dove sbocciò definitivamente.

L’Italia scese in campo con questa formazione: Pelizzoli, Ferrari, Olivi (11′ st Bonera), Troise, Campedelli (1′ st Marchionni), Maresca (20′ st Pinardi), Donati (1′ st Colucci), Bellini, Pirlo (capitano per l’occasione), Bonazzoli (1′ st Colombo), Cassano (10′ St Gilardino).

Oltre ad Andrea Pirlo c’erano in campo anche i quotati Antonio Cassano e Alberto Gilardino. “Piu’ che un’amichevole, una passeggiata” il commento all’epoca di RaiSport: in effetti la partita terminò cinque a zero con l’ultima realizzazione di Pirlo sotto la Curva Nord.

LA CRONACA DEL MATCH

Pronti via e dopo 45 secondi Italia subito in gol: iniziativa di Campedelli sulla destra il cross per Bonazzoli che di testa colpisce la traversa, Radosaljevic nel tentativo di rinviare trafigge per la prima volta il portiere Murko. All’ottavo e’ lo stesso Murko a rendersi protagonista negativo. Cross di Bonazzoli e intervento goffo del numero uno sloveno che con una mano devia in porta. E’ il due a zero. Una piccola reazione della Slovenia al 13 ma e’ davvero poca cosa. Al 20′ arriva il terzo gol. Bonazzoli ancora lui riceve il pallone supera il portiere e deposita in rete. Nella ripresa al 29′ il gol di Marco Marchionni con un gran tiro scoccato da circa 18 metri. Proprio allo scadere e’ arrivato anche il gol di Andrea Pirlo che e’ diventato il miglior realizzatore Under 21 di tutti i tempi. Un bel pallonetto di destro che tocca la traversa e finisce in rete.

Una bella soddisfazione per Andrea Pirlo ma anche per la città di San Benedetto che ha avuto l’onore di ospitare e portare fortuna al campione.

N.D.R. Ci scusiamo per la scarsa qualità del video tratto dagli archivi di RaiSport su Internet.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 828 volte, 1 oggi)