VICENZA – Aggiornamenti dopo gli scontri fra tifosi a seguito di Vicenza-Samb. Il tifoso rossoblu rimasto ferito alla testa è Luca Fanesi, 44 anni che al momento si trova ricoverato presso il reparto di neurochirurgia dell’ospedale San Bortolo di Vicenza, assistito dal fratello Massimiliano Fanesi, ex calciatore e dirigente della Sambenedettese. Le sue condizioni sono in continuo monitoraggio visto che ha riportato due fratture sul retro del cranio e soltanto domattina si saprà qualcosa di certo. Nel caso di peggioramento delle condizioni, Luca sarà operato fa sapere il fratello.

I tifosi del Vicenza fin da ieri sera sono arrivati al pronto soccorso per accertarsi delle condizioni dell’uomo. Adesso sono in ospedale insieme a Massimiliano e hanno offerto la loro assistenza.

Da chiarire le dinamiche degli scontri, con la polizia vicentina che ha riferito alla nostra redazione che alcuni tifosi della Samb sarebbero scesi da un bus, incolonnato in attesa di ripartire, per affrontare un gruppetto di ultrà biancorossi. Da lì l’incidente al supporter rossoblu, che pare sia scivolato sull’asfalto bagnato dalla pioggia e abbia battuto la parte posteriore della testa, dopo l’intervento della polizia. Altre fonti, non ufficiali è bene chiarire, parlano invece di una manganellata o di una spinta ricevuta da Fanesi durante i tafferugli.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 12.800 volte, 1 oggi)