SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il  6, 7 e 8 novembre a San Benedetto del Tronto, presso l’Hotel International, si terrà il Congresso-Corso: “La neurosonologia nelle malattie degenerative e vascolari cerebrali”, organizzato dall’Unità Operativa Complessa di Neurologia, diretta dal dottor Michele  Ragno.

Il razionale che sottende a  tale evento è rappresentato dalla possibilità di poter studiare il tessuto cerebrale utilizzando una metodica basata su ultrasuoni e quindi in definitiva una ecografia cerebrale. Solo dieci anni fa parlare di ecografia cerebrale sarebbe sembrato utopistico. Oggi, grazie alla biotecnologia medica, con l’avvento di nuovi macchinari e nuovi software, si superano  le difficoltà derivanti dalla presenza dell’osso della teca cranica, riuscendo a visualizzare il tessuto cerebrale sottostante, i vasi arteriosi e venosi intracranici. L’ecografia del parenchima cerebrale è una metodica assolutamente non invasiva, non cruenta, totalmente innocua nello studio del parenchima cerebrale.

L’ecografia, che è abitualmente usata nello studio delle patologie addominali, cardiache e dei tessuti molli, ora trova applicazione anche a livello cerebrale. Viene eseguita da oltre 3 anni presso l’U.O. di Neurologia a scopo scientifico e, nello specifico, nello studio di una patologia genetica (Cadasil) molto frequente nel piceno.

Saranno presenti illustri  relatori stranieri:  Prof Walter – Università di Rostock, esperto nella ecografia cerebrale; il Prof Stolz – Università di Giessen esperto dello studio venoso intracerebrale; il Prof Sztajzel – Ginevra esperto europeo di trombolisi ed interventistica) ed italiani:  Dr Mangiafico, Responsabile della Neuroradiologia  Interventistica del Careggi di Firenze; i prof. Barone, De Michele e Onofrj considerati  tra i massimi esperti italiani di Parkinson e Parkinsonismi.

Tutti i medici della U.O.C. di  Neurologia AV5 , anche come moderatori e relatori, contribuiranno alla migliore riuscita del Congresso.

L’evento si configura come un convegno di rilevanza internazionale, rivolto agli operatori dedicati alla corretta gestione delle patologie neurologiche a carattere degenerativo (in particolare Morbo di Parkinson e  Demenze) e vascolare (in particolare ictus  e trombosi venose cerebrali).

Il corso vedrà la partecipazione di medici provenienti da varie regioni italiane interessati all’apprendimento e al  perfezionamento nell’uso della metodica del doppler transcranico.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 315 volte, 1 oggi)