SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Mentre il fronte del No sul project financing per la piscina comunale pare ampliarsi sempre di più con il comitato che raggiunge quota 2 mila firme, dall’Amministrazione non sembrano troppo impressionati.

E se da una parte si cerca di sollecitare i proponenti alla consegna dei nuovi documenti (quelli definitivi), dall’altra le intenzioni della maggioranza di perseguire la finanza di progetto presentata in associazione d’imprese a gennaio scorso, non sembrano minimamente scalfite.

“Contiamo di portare l’atto al vaglio del civico consesso entro la fine dell’anno affinché si possa partire nel 2018 con la pubblicazione del bando di gara” fa sapere il Sindaco che in una nota stampa spiega come una volta che i nuovi conti del progetto arriveranno in Viale De Gasperi ci sarà una nuova conferenza dei servizi interna e poi una commissione consiliare (forse congiunta Opere Pubbliche-Bilancio), l’ultima prima che la questione arrivi sui banchi del consiglio per l’approvazione definitiva.

Resta da vedere ora se l’iter tracciato da Piunti riuscirà ad andare in porto senza ostacoli. Uno di questi potrebbe essere il consiglio “aperto” che il comitato ha chiesto a Chiarini. Richiesta che potrebbe diventare obbligo qualora si interessassero della questione i consiglieri d’opposizione. Con cui i “No Project” si incontreranno questa sera.

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 360 volte, 1 oggi)