SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Quando il dissenso corre sugli striscioni da stadio. Ieri la Curva Nord ha reagito all’idea di un parcheggio al Ballarin (CLICCA QUI) con un abbastanza eloquente “Capriotti comprati un garage” (resta da capire il destinatario del messaggio visto che sia Tonino che Fabrizio Capriotti hanno parlato del tema in tempi recenti).

Non è finita qui però, perché lo stadio e i tifosi, hanno riservato un altro striscione anche alla maggioranza. “Cambiano le amministrazioni ma tutto resta uguale. Vi ricordate del Ballarin solo in campagna elettorale” si poteva leggere in un altro messaggio apparso sempre al Riviera, stavolta all’esterno e davanti all’ingresso della curva di casa.

Il riferimento sembra semplice e legato allo stralcio del vecchio impianto dal piano Opere Pubbliche da parte dell’Amministrazione. Nel frattempo Tonino Capriotti risponde all’altro di striscione spiegando come la sua fosse “solo una proposta chiaramente temporanea di fronte all’inerzia di questa amministrazione” spiega il democratico.

Il consigliere parla anche dell’altro striscione, quello “per” Piunti, e lo commenta così: “Mi pare di capire che il tema fondamentale è recuperare il Ballarin che questa amministrazione, mi sembra abbia accantonato. Vanno benissimo altre soluzioni possibili, quello che non va bene è lasciarlo così senza prospettive.”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.191 volte, 1 oggi)