SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Deludente partita a reti bianche fra rossoblu e granata. La Samb manca il sorpasso al Pordenone in classifica non riuscendo a vincere. Dal presidente agli allenatori, leggi le impressioni dei protagonisti.

Franco Fedeli: “Oggi una delle partite più brutte dell’anno, il problema è che non si fanno giocare i calciatori che sono più in forma. Chi non sta bene andasse in tribuna. Nel primo tempo siamo spesso stati nella loro metà campo ma senza prodotti. Nel secondo tempo qualche giocata in più ma niente di che. Negli spogliatoi ho detto ai ragazzi che regaliamo sempre i primi tempi.

Purtroppo oggi era una bella occasione per superare il Pordenone ma abbiamo fatto troppi errori. Forse qualcuno si è montat la testa”.

Paolo Miori: “Ci aspettavamo una partita difficile. Siamo stati bravi nel primo tempo ad arginare e a ripartire, nel secondo ci siamo chiusi di più ma è un buon punti. Secondo me abbiamo raccolto meno di quanto proposto fino ad esso e speriamo che questa partita possa essere un punto di partenza.”

Francesco Moriero: “Oggi la partita penso non sia piaciuta a nessuno, non era la solita squadra. Io penso che però ci sta di sbagliare una partita, può capitare anche se assolutamente non ci sono scuse. Dobbiamo ripartire positivi. Non eravamo fenomeni prima e non siamo scarsi adesso.

(Moriero) So che non abbiamo fatto la solita partita, sugli esterni soprattutto. Sono sicuro che a Vicenza faremo un’altra partita sapendo che oggi dovevamo fare di più e non è successo. Capisco che era importante vincere ma purtroppo non ci siamo riusciti. I cambi? La musica non è cambiata ma anche loro sono stati bravi a andare a uomo sui nostri. Perché ho scelto Bacinovic? Perché ho optato per la personalità, era la sua occasione per mettersi in discussione.”

Agatino Cuttone: “Ringrazio Moriero per le parole che ha avuto nei nostro confronti. La Samb ha attaccato ma credo che dall’altra parte il Fano abbia fatto una partita quasi impeccabile. La Samb ha fatto la sua partita ma ha trovato un Fano ordinato che gli ha impedito di trovare i soliti movimenti.”

Filippo Gattari: “Nel primo tempo ci siamo mossi bene chiudendo i loro spazi, siamo felici per aver resistito e trovato di nuovo l’inviolabilità della porta. Dispiace perché nel secondo tempo potevamo fare di più anche se i loro cambi ci hanno impegnato. Speriamo di ripartire da qui perché la nostra classifica piange.”

Vincenzo Aridità: “Di positivo c’è che non abbiamo preso gol, quasi solo quello. E’ mancata la lucidità, eravamo un po’ troppo macchinosi, nonostante nel secondo tempo abbiamo preso più campo. Loro non hanno mai tirato praticamente e noi ci abbiamo provato e non è andata bene. E’ stata una brutta partita ma non abbiamo perso e andiamo a Vicenza per cercare di vincere. E’ chiaro che ci sarebbe piaciuto superare il Pordenone. Situazione Modena? E’ una sconfitta del calcio arrivare a ottobre o novembre con una squadra che non riesce a giocare. Sui miei colleghi che hanno messo in mora la società? Farei fatica in una situazione del genere, lo ammetto e penso al fatto che ho una famiglia e sarebbe dura non prendere lo stipendio per 4 o 5 mesi.”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.291 volte, 1 oggi)