SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo il cammino di San Tommaso, concluso recentemente con successo, Cesare Cameli ha incontrato il sindaco di San Benedetto, Pasqualino Piunti.

Il ragazzo di Porto d’Ascoli ha incontrato il primo cittadino per discutere del progetto “Walking to China”: ovvero l’impresa di raggiungere a piedi l’estremo oriente dopo il primo tentativo compiuto qualche mese fa.

“Un sogno che si sta evolvendo verso orizzonti sempre più ampi: nato come una sfida, ha preso una piega universale – afferma Cesare Cameli nella pagina ufficiale Facebook – Non riguarda più soltanto me e le mie gambe, bensì è diventato un simbolo di pace e fratellanza”.

Il 29enne ha parlato anche con il sindaco Piunti della ricerca di sponsor e finanziamenti per la nuova sfida. Come ammesso dallo stesso Cesare Cameli a inizio ottobre, l’avventura a giugno terminò anche a causa della mancanza di soldi. Il ragazzo ha consegnato al sindaco una copia del suo libro “Paralisi Notturne”. A settembre il testo ebbe un riconoscimento ad Aprilia al concorso “Booksforpeace”.

Cameli riuscì a raggiungere a piedi l’Albania ma poi si fermò. Ora sembra molto motivato nell’intraprendere il lungo percorso: “Chiedendo aiuto di gente come me, di sognatori, di chi vorrebbe compiere una cosa simile ma non può”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 447 volte, 1 oggi)