SANT’EGIDIO ALLA VIBRATA – Non gli paga la fattura e per ritorsione gli dà fuoco al camion. C’è una svolta nelle indagini sull’incendio di un autoarticolato che era stato dato alle fiamme lo scorso 7 giugno sulla Sp1 a Sant’Egidio alla Vibrata, in prossimità del bivio per Civitella del Tronto. I carabinieri della locale stazione hanno individuato e denunciato, con l’accusa di incendio doloso ed esercizio arbitrario delle proprie ragioni, un libero professionista, residente in provincia di Ascoli Piceno. Secondo la ricostruzione dei militari, fu proprio lui ad appiccare l’incendio all’autoarticolato che trasportava balle di fieno. Sul posto, per le complicate operazione di spegnimento, intervennero i vigili del fuoco di Nereto che constatarono da subito la natura dolosa del rogo ed inviarono un dettagliato rapporto ai carabinieri da cui partirono le indagini del caso. L’autore del gesto, da quanto si apprende, doveva ricevere il pagamento di una prestazione professionale (circa 1000 euro) da parte del proprietario del camion, anche lui residente in provincia di Ascoli Piceno. Ma, dopo diverso tempo, la fattura non era stato mai saldata, così, per ritorsione, il libero professionista decise arbitrariamente di dare fuoco al mezzo del proprietario inadempiente.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 800 volte, 1 oggi)