TERAMO – Intorno alla mezzanotte del 24 ottobre i poliziotti sono intervenuti presso un’officina a Piano D’Accio, nel Teramano, poiché il titolare aveva segnalato il furto da parte di ignoti di un escavatore munito di pala e braccio meccanico (di proprietà della Provincia di Teramo).

Il mezzo era lì per delle operazioni di manutenzione. Gli agenti, giunti sul posto, hanno visionato le immagini del circuito di videosorveglianza e hanno visto che quattro persone travisate erano riuscite a mettere in moto l’escavatore, posteggiato nel piazzale antistante l’officina e si erano allontanate.

Dopo ricerche sul territorio ed in tempi ristretti è stato rinvenuto il mezzo: l’escavatore era stato posizionato nei pressi della SS 80 nelle vicinanze di varie attività commerciali: probabilmente doveva essere usato per il compimento di “spaccate” per rubare all’interno.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 658 volte, 1 oggi)