MARTINSICURO – Continuano i blitz antidroga sulla costa teramana.

Gli agenti della squadra mobile, nell’ambito di mirati servizi volti a contrastare lo spaccio di cocaina, disposti dal questore di Teramo su tutta la costa, nella serata di venerdì hanno arrestato, in flagranza di reato, un cittadino albanese di 26 anni.

Durante un appostamento in una via del centro città, i poliziotti hanno notato il giovane che, dopo essere salito a bordo di un’autovettura, ha iniziato a confabulare con l’autista in modo sospetto. Gli agenti sono quindi intervenuti fermando subito i due e nella tasca del giubbino del 26enne hanno trovato un involucro termosaldato contenente circa 3 grammi di cocaina.

E’ scattata quindi anche la perquisizione nell’abitazione del giovane durante la quale, oltre a un bilancino di precisione (nel quale c’erano evidenti tracce di cocaina pesata), è stata rinvenuta una pistola semiautomatica di produzione russa, illegalmente detenuta, con due caricatori contenenti 15 proiettili.

Inevitabili, a quel punto, le manette per l’albanese che, dopo le formalità di rito, è stato trasferito nel carcere teramano di Castrogno dove ora si trova rinchiuso in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto. La cocaina e la pistola sono state poste sotto sequestro.

(Letto 704 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 704 volte, 1 oggi)