MONTEMARCIANO – Una giovane è morta investita da un treno, il Frecciabianca Lecce-Milano, fra le stazioni di Montemarciano e Senigallia (Ancona). Potrebbe trattarsi di un suicidio a quanto riportato da una nota dell’Ansa.

La circolazione lungo la linea Adriatica è interrotta dalle 13.40 del 18 ottobre su entrambi i binari. A bordo della Freccia ci sono 450 passeggeri.

Sul posto la Polizia ferroviaria e uomini del Gruppo Ferrovie dello Stato. Il ripristino della linea sarà possibile solo dopo che il magistrato avrà autorizzato la rimozione della salma.

AGGIORNAMENTO ORE 16 Ancora sospesa la circolazione ferroviaria fra Montemarciano e Senigallia per permettere all’Autorità Giudiziari di effettuare i rilievi di rito a seguito dell’investimento di una giovane, purtroppo deceduta.

AGGIORNAMENTO ORE 18 Sta tornando progressivamente alla normalità la circolazione ferroviaria sulla linea Bologna – Ancona, sospesa dalle 13.40, e poi parzialmente riattivata alle 17.10, per l’investimento di una giovane, purtroppo deceduta, fra Montemarciano e Senigallia I treni in viaggio hanno subìto ritardi fino a 180 minuti, mentre 13 regionali sono stati cancellati e cinque limitati nel percorso.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.460 volte, 1 oggi)