TERAMO – Una donna di 49 anni di Atri, nel Teramano, è stata arrestata nella notte tra il 15 e 16 ottobre dai carabinieri della locale stazione per tentato omicidio e lesioni aggravate nei confronti del convivente 48enne.

Il fatto è avvenuto al culmine di una lite, che alcuni testimoni riferiscono essere stata l’ennesima, scoppiata per futili motivi nell’appartamento in centro storico dove i due vivono.

La donna ha preso un coltello da cucina e ha colpito l’uomo due volte, procurandogli altrettante e profonde ferite al polso del braccio destro, recidendogli un’arteria.

Alcuni vicini hanno sentito le urla e hanno allertato i soccorsi, ma all’arrivo dell’ambulanza il ferito non c’era, perché aveva deciso di recarsi da solo in ospedale, dove è stato medicato e giudicato guaribile in quindici giorni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.017 volte, 1 oggi)