ARIDITA’ 7,5 Almeno un paio di interventi eccezionali, che hanno salvato il risultato. Commette un unico piccolo errore nell’uscita a vuoto che porta al pareggio, anche se in quel caso Tomi indovina l’incornata impossibile.

RAPISARDA 6 Soffre le folate offensive sulla sua fascia e anche per questo non riesce a ripetere le ultime prestazioni, quando si era distinto anche per l’appoggio alla fase offensiva.

TOMI 5 Va non di rado al cross ma è quasi sempre impreciso. Così la sua è una partita sofferta a cercare di limitare i danni e ce la farebbe se non fosse lo sfortunato autore della rete del pareggio avversario, con un colpo di testa verso la porta sguarnita da posizione per altro defilata.

PATTI 6,5 Chiude i varchi agli attaccanti lombardi e sa quando andare sul sicuro con lanci lunghi o se uscire palla al piede.

MICELI 6,5 Vale lo stesso discorso per il suo compagno di reparto. Si sta dimostrando un difensore dal sangue freddo, corretto e dagli interventi puliti,

BACINOVIC 5,5  Non trova i tempi della partita e le ripartenze dei nerazzurri locali tagliano il centrocampo rossoblu mettendolo in difficoltà.

BOVE 6 Entra al posto del capitano rossoblu e fornisce un contributo di ordine alla manovra del centrocampo.

GELONESE 7 Primo tempo così così, risente della superiorità dei padroni di casa. Migliora via via nella ripresa quando entra spesso nel vivo dell’azione e va in appoggio, in fase di possesso sulle fasce, dell’unico centravanti Miracoli. Così gli riesce l’inserimento vincente (terzo gol), oramai una sua specialità. Forse poteva essere lasciato in campo un altro po’.

DAMONTE 6 Il suo compito è quello di rompere l’azione avversaria e aiutare la fase di contenimento grazie alle sue lunghe leve e alla sua altezza.

VALLOCCHIA 5,5 Non gli riesce di brillare come nell’ultima gara interna, la sua opera di cucitura tra azione di centrocampo e attaccanti stavolta viene un po’ meno.

ESPOSITO 5 Fumoso e per nulla concreto, perde spesso palla e resta estraneo al resto della manovra. Sostituzione giusta.

VALENTE 7 Un peperino sulla corsia sinistra, un diadema è l’azione che conduce al gol di Gelonese, quando supera con classe e velocità due avversari.

MIRACOLI 6: Fa abbastanza difficoltà a tenere sul il pallone e a giocare da “boa” per la squadra, nel primo tempo soprattutto quando, negli ultimi istanti, prova un sinistro da fuori finito a fil di palo che resta l’unica vera azione da gol della Samb nella prima ora di gioco. Nella ripresa cresce insieme ai compagni ma fa fatica ad attaccare l’area di rigore con puntualità.

TROIANIELLO 6 Gioca ordinato sulla corsia destra, disciplinando il pallone e cercando di giocarlo sempre nella maniera più intelligente.

MORIERO 6,5 Il primo pareggio stagionale arriva con una diretta concorrente che per 45 minuti domina la Samb sul piano del gioco. Il tecnico salentino striglia la squadra negli spogliatoi e senza dare appello ad Esposito e Bacinovic cambia il volto dei rossoblu con Valente e Bove. Il vantaggio gli dà ragione, forse qui poteva attendere la sostituzione di un galvanizzato Gelonese oppure nel finale di gara proteggere ancor più il centrocampo. Quando infatti la vittoria sembrava sicura è arrivato l’autogol più inaspettato. Un punto comunque conquistato in trasferta contro un avversario difficile per tutti.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.751 volte, 1 oggi)