SAN BENEDETTO DEL TRONTO – All’auditorium comunale “Tebaldini” di San Benedetto si è tenuto, mercoledì 11 ottobre, un seminario formativo indirizzato principalmente ai Comuni delle Marche sul tema della gestione informatizzata delle fiere e dei mercati e sugli aspetti della loro sicurezza.

Nel corso dell’incontro, che ha visto tra gli intervenuti i rappresentanti della Polizia Municipale ed i funzionari degli Sportelli Attività produttive di numerosi Comuni delle Regione, è stato presentato il sistema di gestione informativo a cui ha lavorato intensamente in questi anni il personale della Polizia Municipale, dei Servizi Sportello delle Imprese e Informatica del Comune di San Benedetto del Tronto insieme alla società di software incaricata della realizzazione.

Questo lavoro costituisce un importante tassello del Progetto “Open City Platform”, finanziato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, progetto al quale il Comune di San Benedetto partecipa in qualità di Ente sperimentatore e che, costituendo ad oggi una delle più avanzate realizzazioni sin qui prodotte, pone il Comune tra le eccellenze, a livello nazionale, nell’adozione ed utilizzo delle “best practice” gestionali del settore.

A chiusura del seminario, di rilevante spessore è risultato l’intervento di Miranda Corradi, capo del Servizio Interventi economici del comune di Mirandola, sulla gestione della sicurezza in questo tipo di manifestazioni che, è stato detto, sconta l’incertezza di un quadro normativo che subisce continui adeguamenti anche alla luce delle norme antiterrorismo e, più in generale, delle regole sulla sicurezza. L’intervento della dr.ssa Corradi è stato incentrato proprio sulla necessità di individuare una linea di condotta comune che consenta di definire idonee misure di “safety and security”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 150 volte, 2 oggi)