SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Non sembra esserci pace per la famiglia Ciotti, residente in contrada San Giovanni a Porto d’Ascoli.

Da anni la famiglia segnala i disagi presenti nella zona della loro abitazione. Il manto stradale continua a presentare tanti problemi con grandi buche e dissestamenti che causano guasti e rotture alle auto in transito, c’è l’immondizia, la polvere e la scarsa illuminazione.

Il degrado presente permette, inoltre, ad alcune persone di approfittarne per appartarsi, scaricare rifiuti di ogni genere e commettere altri atti illeciti.

Qualcosina è stato fatto, dopo le segnalazioni, ma la famiglia Ciotti continua a registrare disagi. “Abbiamo sollecitato all’amministrazione comunale attuale, dopo averlo fatto anche con quelle precedenti, la nostra situazione. I problemi purtroppo però rimangono, Non c’è manutenzione ed è inaccettabile per me, la mia famiglia e specialmente per i miei due bambini” conferma Morena a Riviera Oggi.

“E’ vero che la maleducazione di certe persone è davvero inqualificabile, lasciano immondizia, e in alcuni casi addirittura feci umane, vicino alla nostra abitazione – afferma Morena – però lo stato degradante della zona ‘invita’ questi incivili a fare quello che vogliono”.

Persiste, purtroppo per la famiglia Ciotti, anche il problema del gas. Non essendoci allacci del metano all’abitazione, sono costretti ad utilizzare un bombolone Gpl che spesso comporta costi elevati.

La famiglia Ciotti, dopo aver sollecitato le precedenti amministrazioni ad intervenire, vuol fare lo stesso con la giunta Piunti: “Chiediamo un incontro con il sindaco o il vice sindaco al Comune di San Benedetto per trovare assolutamente una soluzione. Sono anni che chiediamo dei miglioramenti concreti, siamo stanchi. Paghiamo le tasse per cosa?” conclude Morena.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 701 volte, 1 oggi)