PORTOGRUARO – La Samb vince 2 a 1 la sfida contro gli “orange” di Zironelli centrando la seconda consecutiva fuori dalle mura amiche. Le intervista ai protagonisti.

Mauro Zironelli (allenatore Mestre): “Non siamo stati brillantissimi, la Samb ha avuto le sue occasioni all’inizio ed è andata in vantaggio meritatamente. Nel secondo tempo abbiamo fatto meglio e siamo andati dentro diverse volte e non posso dire nulla ai miei ragazzi. Abbiamo però attaccato forse senza la necessaria cattiveria nel tornare e il loro raddoppio l’abbiamo preso proprio in quell’occasione. Sapevamo che i rossoblu sarebbero rimasti nella loro metà campo per poi ripartire, fanno queste gare anche in casa.La Samb è una delle migliori compagini che abbiamo affrontato finora.”

Gennaro Troianiello: “Meno male sto iniziando a stare sempre meglio. Felice per tre punti in un campo molto difficile. Abbiamo fatto un altro grande primo tempo ma sofferto nel secondo, loro però sono organizzati bene e sono un’ottima squadra. Siamo una squadra che dietro rientra in massa ma se non accompagnano tutti facciamo fatica a restare davanti. Siamo un ottimo mix fra esperti e giovani pieni di entusiasmo. Aspettiamo il Santarcangelo che è sempre una partita difficile. Miracoli sta facendo grandi cose anche se il merito è anche nostro che l’abbiamo servito bene.”

Riccardo Gagno: “E’ stata una partita combattuta con occasioni su entrambi i fronti, forse ci manca un po’ di cattiveria davanti perché potevamo pareggiare sull’1 a 0 per loro. Ci sono state un po’ di incertezze in tutti i reparti ma loro si chiudevano bene dietro e forse abbiamo fatto più fatica del solito. Sicuramente la Samb è una delle più forti, ce ne sono tante in questo campionato, ma speriamo di rifarci al ritorno.”

Gianpietro Zecchin: “Da quando sono entrato penso che si sia giocato solo nella loro metà campo, abbiamo subito qualche ripartenza però abbiamo creato diversi pericoli nel secondo tempo. Il rigore l’aveva riaperta, peccato. Abbiamo fatto qualche errore di troppo anche se la Samb alla fine l’ha meritata.”

Luca Miracoli: “Devono ringraziare i palloni che hanno messo Troianiello e Valente. Vediamo di chiudere bene questa settimana così importante per noi. Il primo gol è stato su una nostra ripartenza e avevamo spazio mentre il secondo è stato al termine di un gran movimento, il colpo di testa poi è stato sempre la mia arma migliore. Dopo questi due gol posso dire che è il mio miglior avvio di campionato in termini di reti. Dedico la vittoria a mio padre che ha percorso centinaia di chilometri per venirmi a vedere”.

Francesco Moriero: “Vittoria molto importante perché questo è un campo in cui tanti faticheranno. Era una partita difficile alla vigilia ed è stata una partita bella e sofferta. Sono passato al 3-5-2 per i movimenti dei loro terzini e interni di centrocampo che ci facevano un po’ soffrire sulle fasce. Prima del cambio ho parlato con Damonte, sapevo che quella posizione l’aveva ricoperta a Varese e mi ha dato la disponibilità. SULL’ESPULSIONE: E’ la seconda volta che mi becco un’espulsione in carriera perché di solito sono una persona educata e credo in certi valori, chiedo scusa perché ho perso la testa sono uscito dall’area tecnica, ma era un momento in cui abbiamo preso un rigore e alcune punizioni dubbie. Mi dispiace. SU CONSON: “Temo sarà uno stop lungo, si è fatto male all’inguine. Miracoli? E’ un giocatore che ho voluto perché è un lottatore oltre a un buon realizzatore. Ho azzeccato il cambio su Valente? Io so le qualità dei miei giocatori e quando cambio so quello che ognuno mi può dare”.

Armando Perna: “Sapevamo che la Samb ci avrebbe aspettato per poi ripartire in contropiede, i gol sono state delle ingenuità nostre, non ho visto azioni manovrate dei rossoblu. C’è rammarico per la prestazione ma non ho paura per il futuro del Mestre perché in serie C pochi giocano come noi. Credo che la Samb sfrutti le caratteristiche dei suoi giocatori, anche in altre partite ho visto una squadra che aspetta, costruita per fare certe cose.”

Marco Beccaro: “Partita che brucia perché anche se nel secondo tempo non abbiamo fatto bene nella ripresa li abbiamo messi sotto. Penso che il Mestre abbia fatto una buona partita. Nella prima frazione abbiamo sbagliato qualche scelta nei passaggi cercando troppe imbucate centrali. I movimenti miei e del terzino Fabbri (e anche dall’altra parte) sono dei movimenti che proviamo per cercare di rompere le linee avversarie.”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.949 volte, 1 oggi)