TERAMO – La 22^ edizione del Premio Internazionale della Fotografia Cinematografica Gianni Di Venanzo, dopo la presentazione del programma, comincia proporre i tanti appuntamenti del ricco cartellone.

Mercoledì 4 ottobre 2017, alle ore 17.30 presso le sale espositive de L’Arca (laboratorio per le arti contemporanee in Abruzzo), in Largo San Matteo a Teramo, sarà inaugurata la mostra Luigi Zampa, dalla parte del pubblico, dedicata al regista romano, autore di numerosi film di successo. La mostra di fotografie di scena, di manifesti e locandine di film, ripercorre l’attività di regista di Zampa dal dopoguerra in poi. La retrospettiva è curata da Orio Caldiron e Paolo Speranza.

Una giornata ricca di appuntamenti: alle 19.30 nella sede di Teramo Nostra, in Via Fedele Romani 1 a Teramo, Orio Caldiron presenterà il suo libro Totò e la gaia scienza. Questa iniziativa, nata dalla sinergia tra Teramo Nostra e l’associazione Detto tra noi, ricade all’interno dello Scambialibro che si svolgerà al termine della presentazione del volume sul Principe della risata.

Poi, alle 21, il Premio Di Venanzo rende omaggio a Jeanne Moreau, la grande attrice francese scomparsa di recente, con la proiezione del film La Notte (1960) di Michelangelo Antonioni, fotografato dal grande Gianni Di Venanzo

I giorni seguenti, giovedì 5 e venerdì 6 ottobre, sempre presso L’Arca, saranno proiettati tre film di Luigi Zampa, giovedì 5, alle ore 16, Il medico della Mutua (1968) e alle ore 18 Anni difficili (1948); venerdì 6, alle ore 16 Anni ruggenti (1962).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 78 volte, 1 oggi)