TERAMO – Sei anni e dieci mesi di reclusione, oltre sei mila euro di multa e l’interdizione in perpetuo dai pubblici uffici: è la pena inflitta dal giudice Giovanni De Rensis ad un 31enne colombiano residente a Silvi nel Teramano.

Al termine del rito abbreviato (che lo vedeva imputato di estorsione, furto con strappo, produzione, traffico e detenzione illecita di sostanze stupefacenti o psicotrope e porto di armi e oggetti atti ad offendere) è stato deciso il provvedimento.

Al giovane veniva contestata anche la recidiva specifica infraquinquennale. Il pm Stefano Giovagnoni aveva chiesto per l’uomo una condanna ad otto anni.

I fatti contestati risalgono alla primavera di quest’anno, quando dopo aver conosciuto un uomo, l’avrebbe costretto, dietro minacce, a consegnargli del denaro. In più occasioni, anche attraverso sms, avrebbe cercato di spaventarlo mostrandogli un coltello a serramanico.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 611 volte, 1 oggi)