MARTINSICURO – Assalto notturno al distributore Eni di Martinsicuro, ma i banditi fuggono senza bottino.

Restano però gli ingenti danni alla stazione di servizio situata sulla ss16, all’altezza della frazione di Villa Rosa, dove la scorsa notte un commando ha divelto la colonnina del self cercando poi di mettere mano alla cassaforte presente al suo interno.

L’ASSALTO Un colpo studiato nei minimi dettagli: alcuni dei banditi sono arrivati nell’area del distributore a bordo di un Fiat Doblò, risultato rubato qualche giorno fa a Sant’Egidio alla Vibrata, mentre altri si sono prima impossessati di una ruspa di proprietà di una ditta situata nelle vicinanze, poi, a bordo del mezzo, si sono portati dentro l’area di servizio e hanno abbattuto la colonnina del self. La stessa è stata caricata dentro il Doblò e il commando si è allontanato a gran velocità. Nel frattempo, è entrato in funzione il sistema di allarme e i banditi, probabilmente sentendosi braccati, si sono fermati poco più avanti dal luogo del colpo e hanno provato, in fretta e furia, ad aprire la cassaforte.

BANDITI IN FUGA SENZA BOTTINO Non riuscendoci, hanno quindi deciso di darsela a gambe per i campi circostanti. Sul posto si sono portati sia i carabinieri del radiomobile di Alba Adriatica che quelli di Martinsicuro che hanno immediatamente recuperato i mezzi usati per l’assalto e la colonnina la cui cassaforte era ancora all’interno, dei banditi, però, nessuna traccia. Con ogni probabilità, c’era un’auto nelle vicinanze che li stava aspettando per la fuga. I militari hanno avviato le indagini del caso e, al momento, non sono riusciti a recuperare le registrazioni delle videocamere di sorveglianza.

I PRECEDENTI Non è la prima volta che l’area di servizio viene presa di mira da questo tipo di assalto: altri due colpi erano stati messi a segno in quell’area di servizio prima nel gennaio del 2015 (bottino di circa 10mila euro) poi un mese dopo ma, anche in quell’occasione, il colpo sfumò.

Colpo andato a segno invece, con le stesse modalità, qualche giorno fa nel territorio della vicina San Benedetto del Tronto: ignoti, sempre com una ruspa rimediata nelle vicinanze, hanno abbattuto la colonnina del self di un distributore situato sulla sopraelevata, portando via un sostanzioso bottino. Elemento che lascia supporre che ad agire, in entrambe le circostanze, sia stato lo stesso commando.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 660 volte, 1 oggi)