COLONNELLA – Torna a colpire in Val Vibrata la banda della marmotta. Questa volta ad esplodere è il bancomat della Ex Tercas di Colonnella in via Roma. Un forte boato nel cuore della notte ha svegliato i residenti della zona, poi i soliti 4 uomini incappucciati che si allontano con il bottino (circa 15mila euro). La forte esplosione ha danneggiato seriamente i locali della filiale e anche alcune delle telecamere di videosorveglianza. Sul posto si sono portati i carabinieri del radiomobile che hanno avviato l’indagine, l’ennesima.

Questo di Colonnella, infatti, è l’assalto numero 20, 15 dei quali hanno riguardato degli sportelli bancomat della ex Tercas (ora banca popolare di Bari). La tecnica utilizzata è sempre quella della marmotta: una pala in ghisa, carica di esplosivo, viene posizionata all’interno dell’erogatore delle banconote che poi viene fatto esplodere.

Una situazione preoccupante che aveva spinto nei mesi scorsi i dirigenti dell’istituto di credito a lasciare i bancomat delle filiali più periferiche senza contanti durante il fine settimana. Mossa che funzionò, però, solo in occasione del colpo dello scorso 17 giugno a Controguerra, quando i banditi rimasero a bocca asciutta. Inoltre, nei giorni scorsi, il comando provinciale di Teramo avevano disposto dei controlli straordinari notturni in 18 filiali tra Teramo, Montorio e San Nicolò, ma la banda della marmotta è tornata comunque a colpire in provincia.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 418 volte, 1 oggi)