ARIDITA’ 6,5 Subito pronto su Pulzetti, e preciso nelle conclusioni iniziali padovane. Si supera sul colpo di testa di Guidone ad inizio ripresa. Nulla può sul gol ospite.

MATTIA 6 Autore di una buonissima incursione in avvio di gara. Ci sembra molto capace quando si propone in appoggio sulla corsia destra, cosa che, però, fa raramente almeno nella prima ora di gioco, esattamente come a Fermo. Eccellente una sua diagonale in recupero, subisce un “blocco” che consente a Cappelletti di colpire indisturbato a centro area, cosa rara.

CONSON 6,5 Una sicurezza al centro della difesa. Praticamente perfetto in ogni occasione, salva molte situazioni potenzialmente difficili. Sarebbe stato superlativo se fosse riuscito a fermare anche Cappelletti.

PATTI 6 Mostra autorità nelle uscite palla al piede dalla difesa.

TOMI 5,5 Subito ammonito, a volte sbaglia i tempi sul pressing. Bella conclusione su punizione dai 25 metri.

BOVE 6,5 Garantisce ordine e precisione in mezzo al campo. Alcune sue intuizioni sono geniali e non sempre capite dai compagni.

VALLOCCHIA 6 Combattivo il giusto, lega bene il reparto di centrocampo con l’attacco. Tira il fiato per qualche minuto ma gioca un grande secondo tempo nel quale le sue doti di combattente emergono prepotentemente sotto la pioggia.

GELONESE 6 Compie un lavoro di raccordo prezioso ma non spicca particolarmente in appoggio a Di Massimo che avrebbe bisogno di un centrocampista in grado di inserirsi nella manovra offensiva. Meglio nella ripresa quando trova la sua esatta dimensione a supporto di Esposito.

DI MASSIMO 6 C’è e si fa trovare pronto sulla fascia destra, dove è autore di spunti interessanti anche se gli è mancato quello più incisivo. Lo vediamo bene anche a ridosso del centravanti.

ESPOSITO 6,5 In avvio, tanti piccoli errori in appoggio che da lui non ci si aspetterebbe. Autore di un bel contropiede palla al piede per oltre 40 metri, poi alterna numeri a situazioni in cui sembra meno reattivo. Un suo bolide viene salvato da Bindi. Sulla destra ritrova la fiamma creativa e diventa insidiosissimo. Purtroppo termina la benzina anzitempo.

MIRACOLI 5,5 Ha una grande occasione in cui tira con il suo piede meno adatto, il destro, e su cui Bindi para coi piedi. Crea molti spazi nel primo tempo, poi accusa una evidente stanchezza (tre partite in sette giorni). Andava sostituito prima anche per evitargli brutte figure.

VALENTE 6 Entra subito in partita e tiene alta la squadra sulla corsia sinistra. Una buona occasione ma spara alto. Nel finale va al cross ripetutamente, ma inutilmente.

BACINOVIC sv.

TROIANIELLO sv.

SORRENTINO sv.

MORIERO 5,5 La sua Samb ha la migliore occasione del primo tempo pur soffrendo il Padova, mentre nella ripresa vi è un dominio fisico e tecnico dei rossoblu che però sfocia in un paio di conclusioni pericolose e non più, fino alla beffa del gol ospite. Indovina giocatori e modulo e il cambio di Di Massimo con conseguente spostamento di Esposito sulla destra, così la Samb schianta nella ripresa i blasonati avversari. Tutti si aspettavano a questo punto delle sostituzioni, anche perché il campo pesante tagliava le gambe ai calciatori: era evidente che Miracoli soffriva le tre partite in una settimana e poi anche Esposito pagava gli sforzi della ripresa. Moriero non ha avuto il coraggio di cambiare e lo ha fatto invece dopo il gol, quando, a 7 minuti dalla fine, mettere Sorrentino solo a centroattacco è sembrata una mossa disperata (meglio, a quel punto, un doppio centravanti).

Sfortunata la Samb e sfortunato Moriero, certo, anche se a nostro avviso il tecnico salentino nelle ultime tre partite, risultati a parte, ha disegnato una Samb più compatta e non sfilacciata come quella delle sfide con Modena, Fermana (3 settembre) e Feralpi. Adesso la gara di Reggio diventa già quasi decisiva.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.686 volte, 1 oggi)