GROTTAMMARE – Le foto parlano da sole. Il connubio Scozia-Grottammare stravince, regalando un weekend di musica, gusto ed emozioni in uno degli scenari più suggestivi della città.

In tantissimi sono accorsi anche ieri sera, 23 settembre, nel Vecchio Incasato per il Gran Concerto delle cornamuse scozzesi in Piazza di Porta Maggiore, in occasione del raduno nazionale “Gathering – Cornamuse al Borgo”. A regalare una serata memorabile ci hanno pensato 100 piper in tenuta “full dress” e Sir Roderick MacLeod, direttore del National Piping Center, nonché il più grande suonatore di cornamusa scozzese a livello internazionale.

Dopo il successo del primo appuntamento, andato in scena il 22 settembre, il pubblico torna a premiare l’iniziativa completamente gratuita ideata da Don Giorgio Carini, sponsorizzata dalla Casa Vinicola Carminucci e mirabilmente organizzata dalle associazioni Cantina di Sant’Agustino e Paese Alto di Grottammare. Il Comune l’ha supportata offrendo esclusivamente il supporto logistico e veicolandone le attività di promozione.

Una “vittoria” in parte annunciata dal grande entusiasmo con cui le persone avevano risposto, soprattutto sui social network nei giorni precedenti, all’annuncio dell’originale manifestazione, che in passato si è svolta in Toscana e a Pesaro.

Grande la soddisfazione dell’Associazione Paese Alto, che ha visto il borgo tornare a popolarsi come in piena estate. “Mai così pieni a fine settembre!”, ha commentato entusiasta su facebook l’assessore Lorenzo Rossi, grande sostenitore dell’evento.

Un appuntamento importante per la città che si apre al mondo e che ci auguriamo di ritrovare anche l’anno prossimo.

 

Cornamuse al Borgo. Prove prima del concerto.

Posted by Lorenzo Rossi on sábado, 23 de septiembre de 2017

Le prove per il Gran Concerto delle cornamuse scozzesi (video di Lorenzo Rossi)

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.242 volte, 1 oggi)