ALBA ADRIATICA – Blitz dei carabinieri nel ferro di cavallo, la problematica zona di Alba Adriatica a ridosso della stazione ferroviaria. Nella serata di venerdì scorso è scattato un controllo straordinario che ha visto in azione 12 militari con l’ausilio di un’unità cinofila arrivata da Chieti. Durante le operazioni, coordinate dal tenente colonnello, Emanuele Mazzotta, sono state denunciate 4 persone, tutte con precedenti, per inosservanza del foglio di via obbligatorio. Il blitz arriva dopo le recenti segnalazioni di alcuni cittadini che, con foto e video, avevano riportato sui social, nei giorni scorsi, situazioni di degrado non più sostenibili nei pressi della stazione: nelle immagini si vedono alcuni tossici bucarsi, in pieno giorno, seduti sulle scale che portano ai binari e in un parco giochi situato nei pressi dello scalo ferroviario.
Nell’ambito della stessa operazione è stato denunciato per furto in abitazione un albanese di 30 anni (domiciliato a Perugia ma illegale in Italia) che si era introdotto in un appartamento estivo portando via alcune derrate alimentari.
A Martinsicuro, invece, è stato denunciato per furto aggravato un giovane del posto che, dopo essere entrato in un negozio, si era impossessato di alcuni casalinghi per il valore di circa 100 euro, ma è stato identificato e bloccato subito dopo.
Controlli da parte dei carabinieri anche alla circolazione stradale durante i quali sono state elevate sanzioni per oltre 6mila euro. Una donna è stata, inoltre, sorpresa al volante senza patente perché mai conseguita, mentre una famiglia di 6 persone è stata fermata perché stava viaggiando a bordo della stessa auto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 710 volte, 1 oggi)