SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “La Lega, preso atto dell’interruzione della gara Fermana-Sambenedettese della 2a giornata del Campionato Serie C decretata dall’arbitro al 31’ minuto del primo tempo sul risultato di 1-0; dispone che la prosecuzione della gara in oggetto venga effettuata nella data del 20 settembre con orario ancora da determinare”.

Questo il comunicato apparso sul sito della Lega (a firma del presidente Gabriele Gravina) poco fa che mette fine alle vicende attorno a Fermana-Samb, sospesa domenica scorsa per un principio di incendio al generatore che forniva energia elettrica all’impianto di illuminazione del “Recchioni”. Decisive, a questo punto, le valutazioni del giudice sportivo che, dagli atti a disposizione non ha ravvisato nessun estremo per rilevare la responsabilità oggettiva del club canarino, eventualità che avrebbe aperto alla vittoria a tavolino, 0-3, per la Sambenedettese.

Ai rossoblu, dunque, restano circa 60 minuti di partita per provare a ribaltare il risultato di 1 a 0 in favore dei fermani, maturato nel corso dei 31 minuti e 16 secondi giocati prima del black-out.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.759 volte, 1 oggi)