GROTTAMMARE – Lunedì 11 settembre, la pista ciclopedonale Grottammare – Cupra Marittima rimane chiusa al traffico per la durata di circa dieci giorni, onde consentire l’esecuzione, in sicurezza, dei lavori di manutenzione straordinaria della scogliera radente, posta a protezione. La chiusura riguarda il tratto che si estende lungo il territorio del Comune di Grottammare, dall’ingresso alla pista fino al primo pontino.

I lavori, che si sarebbero dovuti svolgere prima della stagione estiva, sono slittati a settembre, dopo la rinuncia all’idea di agire via mare. Infatti, si è constatato che il tratto di mare antistante l’area interessata ha un fondale troppo basso, tale da non permettere l’avvicinamento alla costa del pontone carico di scogli. Si è dovuto optare quindi per i lavori via terra, operazione che non si sarebbe potuta svolgere nel pieno della stagione estiva dato l’intenso traffico ciclabile.

L’esecuzione dei lavori è affidata alla ditta aggiudicataria dell’appalto, la I.C.M. srl di Altidona. Le opere hanno un costo complessivo di 57.504,05 euro e sono state interamente finanziate dalla Regione Marche, con le risorse destinate ai piani di difesa della costa.

“Come avevamo già anticipato – ha dichiarato il Sindaco Enrico Piergallini – iniziamo i lavori di consolidamento della scogliera a protezione della pista ciclopedonale, che integrano e quasi completano i lavori già intrapresi negli anni precedenti. Serviranno, per difenderci dalle mareggiate invernali e primaverili affinché la nostra pista non venga danneggiata. Con questo intervento, la spesa complessiva destinata alla difesa della costa grottammarese, compiuta a partire dal 2013, ammonta a circa 350.000 euro. Un investimento indicativo, che ci ha consentito di limitare le problematiche derivanti dal fenomeno erosivo della nostra costa”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 958 volte, 1 oggi)