ROMA – La storia e il futuro della conquista dello spazio nell’esposizione “Cosmos Discovery” (www.mostracosmo.it), testimoniati da 250 cimeli delle missioni spaziali di Usa ed ex Urss e un enorme Planetario con le immagini tridimensionali dell’Universo; i segreti dell’anatomia umana ammirando gli oltre 350 corpi interi ed organi plastinati della mostra “Real Bodies, scopri il corpo umano” (www.realbodies.it), che tornerà nella Capitale dopo le polemiche per il sangue nella performance delle sospensioni; le coinvolgenti esperienze alla scoperta delle scienze proposte dalle 50 stazioni interattive della mostra “Scientopolis” (www.scientopolis.it). Ma anche la terrificante emozione di “Dinosaur Invasion” (www.dinosauriroma.it), mostra ambientata come una giungla giurassica popolata da 40 dinosauri a dimensione naturale in movimento grazie alla sofisticata tecnologia animatronica; e infine il fascino immutabile di “Brikmania” (www.brikmania.it) con 120 opere di mattoncini LEGO® che riproducono l’evoluzione dei mezzi di trasporto, tra cui un transatlantico Titanic lungo oltre 10 metri.

Tutto questo sarà visitabile a Roma dal 30 settembre quando la Capitale ospiterà il più grande polo culturale d’Italia (www.guidorenimostre.it) dedicato all’Edutainment, intrattenimento educativo, protagonista degli spazi del “Guido Reni District” in via Guido Reni 7, di fronte al museo di arte contemporanea MAXXI, trasformati per l’occasione in una vera e propria città della della conoscenza su una superficie espositiva totale di 11.000 mq. Le cinque grandi mostre, allestite e prodotte da Venice Exhibition srl, promoter internazionale di eventi culturali (www.veniceexhibitio.com), in collaborazione con Time4fun srl, società di organizzazione e promozione di entertainment (www.time4fun.it) e le agenzie di marketing: Webn’ Go (www.webngo.net) e Ninetynine (www.ninetynine.biz), quest’ultima ideatore e gestore del Guido Reni District, sono rivolte in particolare a studenti di ogni ordine e grado, bambini e famiglie, abbinando l’educational al divertimento. “Abbiamo voluto concentrare a Roma le proposte espositive a carattere edutainment più apprezzate dai visitatori di tutto il mondo” spiegano gli organizzatori, “spaziando dai segreti del corpo umano alla sfida delle esplorazioni spaziali, fino alle meraviglie della scienza, della paleontologia e delle costruzioni con i mattoncini, per un’immersione completa dei
visitatori che soddisfi a 360 gradi l’esigenza di apprendimento mirato attraverso l’intrattenimento. Sarà possibile visitare le mostre separatamente, oppure alcune a scelta o tutte assieme, attraverso varie formule di biglietto combinato la cui prevendita a prezzi promozionali sta avendo grande successo”.

A disposizione degli organizzatori uno staff di 85 tecnici specializzati, fra elettricisti, allestitori, ingegneri, architetti, che affronteranno complesse problematiche di allestimento ricevendo in questi mesi i 70 container dentro i quali viaggeranno i materiali in esposizione e le scenografie delle mostre. Fra questi 5 saranno i tir adibiti ai trasporti eccezionali speciali vettori per alcuni pezzi di grande mole della mostra “Cosmos Discovery” in viaggio
notturno dal Portogallo a Roma per non interferire con il traffico diurno.

Le mostre più imponenti del Guido Reni District, con 3000 mq ciascuna, saranno: “Cosmos Discovery” che espone tute spaziali, razzi, sonde esplorative, navicelle, reduce dal grande successo riscosso a Lisbona dove in pochi mesi ha ottenuto il consenso di 200.000 visitatori; e “Dinosaur Invasion”, che a Parigi ha registrato 180.000 visitatori, riproducendo una realistica giungla giurassica popolata da enormi creature preistoriche a dimensioni naturale e robotizzate, posizionate in 16 isole, ciascuna nella propria Era geologica. Ben 2000 mq saranno invece riservati a “Real Bodies, scopri il corpo umano”,
esposizione dal grande appeal considerando che a Milano ha registrato 280.000 ingressi. Ulteriori due padiglioni da 1500 mq l’uno costituiranno la metratura delle mostre interattive “Scientopolis” e “Brikmania”: la prima dedicata ai come ed ai perchè del mondo della scienza e dei fenomeni naturali, mentre la seconda all’universo delle realizzazioni LEGO®, con un’enorme area ludica dove i bimbi potranno dare sfogo alla fantasia

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 481 volte, 1 oggi)