SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Imprevisto per Elio Core nel pomeriggio del 5 settembre.

Intorno alle 14 ha ricevuto la visita sgradita di due ladre nella propria abitazione di via Ticino a Porto d’Ascoli.

“Ho sorpreso una di loro davanti alla porta della mia casa. Ero andato a pranzare da mia suocera, a pochi passi da qui, quando ho visto questa ragazza che gridava il nome di una donna – afferma a Riviera Oggi l’ex presidente di quartiere – Ho chiesto spiegazioni e in quel momento si è aperta la porta di casa: la sua complice era dentro per rubare. Aveva utilizzato una chiave inglese per entrare. Mia moglie è corsa dietro alle giovani ma è stata lievemente ferita ad un piede poichè le due hanno tirato lo strumento addosso a lei. Ora si trova in ospedale per una visita medica”.

Elio Core ha allertato i carabinieri fornendo una descrizione dettagliata delle ragazze. I militari hanno fermato nei paraggi le giovani (dalle prime indiscrezioni si tratterebbe di minorenni). Sono state portate in caserma per accertamenti.

“Mi hanno rubato 620 euro – afferma Elio Core a Riviera Oggi – comunque la situazione a Porto d’Ascoli è diventata insostenibile. Furti e risse, sembra il Bronx. Basta parlare, è ora di fare qualcosa di serio per la sicurezza“.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.038 volte, 1 oggi)