SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Durante il nostro tragitto da San Benedetto del Tronto a Ostia abbiamo toccato luoghi, studiato pratiche e discusso con esperti e comunità locali sulle possibilità di sviluppo di territori diversi. Passo dopo passo, tappa dopo tappa, abbiamo costruito un laboratorio di riflessione itinerante che ha coinvolto studenti e giovani ricercatori provenienti da 5 università italiane e che diventerà presto un tavolo permanente di discussione e dibattito su temi di natura urbanistica” . Questo il pensiero dei partecipanti al progetto ViaSalaria, da poc concluso.

Attraversando Arquata del Tronto, Accumoli ed Amatrice, il gruppo ha incontrato ricercatori che da anni studiano il post terremoto, cercando di comprendere i risvolti politici, sociali e urbanistici della catastrofe e le traiettorie e i limiti del processo di ricostruzione.

Parlando con le comunità locali del cratere, i ragazzi e le ragazze di ViaSalaria hanno dipinto una immagine di coraggio, umiltà, tenacia e voglia di ritornare ad abitare quanto prima i territori messi in ginocchio dal sisma.

“Un enorme grazie ai 24 partecipanti a ViaSalaria, i nostri eroi, ovvero Marco, Francesco L., Francesco P., Federico, Alessandro, Luca B., Eleonora, Fabio, Letizia, Raquel, Gianfrancesco, Jonatas, Alessio, Flavio, Laszlo, Arianna, Liam, Minoo, Giovanni, Serena, Daniele, Niels, Francesco F. e Alessia” affermano gli organizzatori.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 241 volte, 1 oggi)