MARTINSICURO – Tragedia all’alba a Martinsicuro. Un ciclista di 60 anni, intorno alle 6, è stato investito da un’auto su via Roma ed è morto. Inutili i soccorsi del 118. Il conducente dell’auto non si sarebbe fermato a prestare soccorso ed è tuttora in fuga. Sul posto i carabinieri di Alba Adriatica: si cercano dettagli per risalire all’identità del pirata.

AGGIORNAMENTO DELLE 13 A perdere la vita è Carino Strozzieri, 60enne originario di Controguerra ma da tempo residente a Martinsicuro. Come ogni mattina, prima di occuparsi di alcuni lavoretti di manutenzione, la vittima si stava recando al bar per un caffè. Purtroppo, nel locale non è mai arrivato: mentre stava attraversando la strada, all’altezza dell’incrocio tra piazza Da Vinci e via Galvani, spingendo la bici a mano, un’auto di grossa cilindrata, lanciata a folle corsa, come riferiscono alcuni testimoni, lo ha travolto in pieno sbalzandolo ad alcuni metri di distanza. Sul posto si è portata un’ambulanza del 118 ma i sanitari non hanno potuto far altro che constatarne il decesso: un impatto violentissimo che lo ha praticamente ucciso sul colpo. Il conducente del veicolo non si è fermato a prestare soccorso dandosi alla fuga ed è tuttora ricercato dai carabinieri del radiomobile di Alba Adriatica, coadiuvati dai militari della caserma di Martinsicuro, giunti sul posto per i rilievi del caso. E’ stata avviata un’indagine e si cerca una Bmw scura di grossa cilindrata. I militari hanno ascoltato alcuni testimoni e stanno passando in visione le riprese delle videocamere di sorveglianza installate nelle attività commerciali della zona. Alcuni pezzi dell’auto sono stati recuperati nei pressi della chiesa: si tratta di un paraurti e di un fanale. Stando sempre alle testimonianze oculari, le auto, lanciate ad altissima velocità, erano due, forse impegnate in una folle corsa. Il conducente è accusato di omicidio stradale, fuga e omissione di soccorso.

 

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.109 volte, 1 oggi)