SAN BENEDETTO DEL TRONTO – A mercato chiuso da poche ore diamo un’occhiata alle mosse di mercato delle squadre che i rossoblu di Moriero affronteranno nel Girone B. Curiosità per la Triestina, autrice di un mercato ambizioso e che deve ancora esordire. Acquisti roboanti per il Padova, come la sconfitta all’esordio. Promettente la Feralpisalò che si inietta una buona dose di esperienza. La Fermana si rafforza in attacco e un mercato sorprendente potrebbe essere quello del Sudtirol.

Renate : Squadra sostanzialmente simile a quella che lo scorso anno ha raggiunto il 10° posto nel girone A. Qualche giovane interessante per il mister sammarinese Cevoli come Simonetti dal Parma e De Micheli dall’Inter.

Vicenza: Per i biancorossi, scesi in terza serie dopo il 20° posto dello scorso anno, tra gli acquisti più importanti di una rosa profondamente modificata (ma che ha comunque confermato qualche nome importante come il guizzante capitano Stefano Giacomelli), c’è la coppia Ferrari-Malomo che arriva dal Venezia di Pippo Inzaghi e la punta De Giorgio ex Crotone. Occhio anche ai giovani Lanini, Tassi e Di Molfetta provenienti dal settore giovanile di tre big come Juve, Inter e Milan oltre a Salifu, in prestito dalla Fiorentina e lo scorso anno a Mantova.

Feralpisalò: Da molti data fra le prime 4 o 5 favorite dell’intero girone, la compagine lombarda ha infatti operato sul mercato inserendo in rosa calciatori esperti per la categoria. Su tutti Emerson e Dettori, lo scorso anno a Padova ma anche il terzino destro Vitofrancesco, quasi sempre tra i titolari a Lecce nella scorsa stagione. Buon colpo anche Raffaele Alcibiade, difensore scuola Juve, sempre prima scelta a Pagani. Promettente anche il nome di Voltan arrivato all’ultimo dal Genoa.

Alma Juventus Fano: Non un mercato di rilievo per il Fano che ha preso Capellupo, dietro, proveniente dal retrocesso Forlì, assieme a qualche giovane come Marco Soprano di proprietà del Genoa ma lo scorso anno a Bassano.

Pordenone: Diversi cambi rispetto allo scorso anno per i ramarri di Leonardo Colucci che salutano alcuni elementi importanti come Semenzato, Cattaneo e Ingegneri, andati in B, rispettivamente a Brescia e a Palermo, oltre al bomber Arma (finito a Trieste) ma acquistano pure qualche pezzo pregiato come Nunzella dal Parma (su cui, si dice, ci fosse anche la Samb), i portieri Perilli e Zommers (sempre dal Parma), Sainz-Maza dal Foggia e l’ex rossoblu Luca Lulli.

Ravenna: Anche qui, nonostante la vittoria all’esordio, ci troviamo di fronte a una neopromossa il cui obiettivo primario è la salvezza. Tra gli acquisti di maggior spessore per i romagnoli ci sono Samb, in uscita dall’Ancona, Maistrello dal Bassano e Capitanio, che ha vissuto la scorsa stagione fra Teramo e Santarcangelo.

Sudtirol Alto Adige: Mercato sorprendente per gli altoatesini che all’ultimo respiro del piazzano qualche colpo a sorpresa come il promettente centrocampista Berardi (scuola Fiorentina) e la vecchia conoscenza rossoblu Luca Berardocco che si aggiungono ad acquisti come Zanchi dal Gubbio, Gyasi dallo Spezia e l’esperto difensore Kevin Vinetot, ex Lecce e Mantova.

Mestre: Una neopromossa che promette di dare spettacolo. Almeno a giudicare dai colpi “carioca” Neto e Sodinha che, se terranno fisicamente, potrebbero far divertire i tifosi veneti.

Teramo: Tra gli acquisti più rilevanti per il diavolo, che quest’anno si è affidato alla guida tecnica di Antonino Asta, l’ex rossoblu Tulli, l’esperto attaccante Bacio Terracino e la punta belga Soumaré che lo scorso anno ha strappato un buon bottino di presenze, 17, in B con l’Avellino di Novellino.

Triestina: Una neopromossa dal pedigree importante e dalle grandi ambizioni. Lo testimonia un mercato sontuoso che ha portato al Nereo Rocco gente come Rachid Arma, i due ex Samb Grillo e Mori, l’ex Venezia Acquadro oltre all’esperto Filippo Porcari. Dalla Feralpisalò anche Bracaletti e Codromaz.

Reggiana: Sconfitta all’esordio e in casa per una delle favorite del girone, almeno sulla carta. Per gli emiliani, che hanno preso anche l’esperto Menichini in panchina, gli acquisti più importanti sono Altinier (30 gol in 2 anni a Padova), il talentuoso Genevier oltre al difensore Manfrin(esperienza anche in B a Modena) e Facchin, l’anno scorso a guardia dei pali del Venezia.

Albinoleffe: Sbaffo, Colombi, Pellicanò, il giovane scuola Milan Zucchetti sono rinforzi che potrebbero permettere ai lombardi, al pari dello scorso anno, di centrare una salvezza tranquilla e, magari, togliersi qualche soddisfazione nel finale di stagione.

Bassano Virtus: Ennesima rivoluzione in casa Renzo Rosso che cambia l’allenatore mettendo alla guida dei suoi Giuseppe Magi. In campo invece tra gli acquisti da segnare in rosso, i centrocampisti Botta e Venitucci (titolare a Livorno lo scorso anno). Da sottolineare anche i nomi di Salvi e Barison oltre alla giovane promessa della primavera del Toro Bashi.

Fermana: Brutto esordio contro una diretta avversaria per i canarini di Destro senior che sul mercato hanno comunque piazzato colpi importanti come il duo Sansovini-Lupoli davanti, l’esperto Maikol Benassi in difesa oltre al totem (38 anni) Paolo Ginestra in porta. Acquisto interessante quello di Iotti, lo scorso anno a Monticelli e di cui si dice un gran bene.

Santarcangelo: Il Santarcangelo richiama Angelini in panchina al posto di  Marcolini. Per una salvezza tranquilla come quella dello scorso anno forse non sarà facile visto che i romagnoli perdono pezzi pregiati del loro catalogo come il bomber Sasha Cori (finito a Monza). Tra gli acquisti migliori gli esperti Toninelli e Briganti.

Modena: Situazione sempre più difficile in casa Modena per via delle vicissitudini societarie. Pure il mercato non ha prodotto quello che i tifosi si aspettavano e i colpi più significativi restano Momentè, Tito, Polverini e Solini.

Gubbio: Gli umbri salutano uno dei punti di forza della loro squadra, il mister Magi (passato al Bassano), sostituito con l’ex Ancona Cornacchini. Mercato interessante poi per gli eugubini che prendono l’esperto Ettore Marchi dalla Reggiana e scommettono su Jallow e sul talento scuola Juve (finora sempre al di sotto delle aspettative) Elio De Silvestro. Acquisto importante anche l’esperto Piccinni in difesa ma altrettanto importanti gli addii di Ferretti (andato a Trapani), Candellone (Ternana), Rinaldi e Zanchi. La prima partita, però è andata male, finita con un secco 3 a 0 a favore del Vicenza.

Padova: Nonostante una brutta sconfitta all’esordio, i veneti allenati da Pierpaolo Bisoli sono la compagine che, forse, ha preso i nomi più altisonanti. Soprattutto a centrocampo dove sono arrivati Belingheri, Giampiero Pinzi e Nico Pulzetti. In avanti è arrivato invece Guidone, lo scorso anno alla Reggiana.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.265 volte, 1 oggi)