ALBA ADRIATICA – Continuano i controlli straordinari dei carabinieri nel territorio di Alba Adriatica. Dopo il blitz di venerdì scorso, quando era stato smantellato in pineta un supermarket della droga gestito da alcuni rifugiati, i militari della locale stazione, diretti dal maggiore, Emanuele Mazzotta, hanno denunciato, nel fine settimana, 5 persone.

TENTATO FURTO Nei guai per tentato furto F.M, 24enne di Tortoreto, già noto alle forze dell’ordine. Il giovane è stato sorpreso da una pattuglia mentre stava frugando all’interno di un’autovettura parcheggiata sul lungomare di Tortoreto. Prontamente bloccato e identificato, è stato anche denunciato per inosservanza del foglio di via obbligatorio dalla città, misura a cui era stato sottoposto lo scorso anno.

DENUNCIATO LAVAVETRI ABUSIVO Sempre ad Alba Adriatica, i carabinieri hanno denunciato M.S, un lavavetri abusivo rumeno di 31 anni. Anche su di lui pendeva un foglio di via obbligatorio dalla cittadina albense.

EVASIONE DAI DOMICILIARI. A Tortoreto, invece, è stato denunciato per evasione dai domiciliari un albanese, P.P, di 43 anni. L’uomo, che sta scontando una pena detentiva per diversi reati, non si è fatto trovare nella sua abitazione durante il consueto controllo ed è tuttora ricercato su tutto il territorio nazionale.

FURTO DI BICI Inoltre, è stato denunciato per ricettazione un guineano di 30 anni, richiedente asilo e ospitato in una struttura di Alba Adriatica. Il giovane è stato trovato in possesso di una bici risultata rubata a un turista. Denuncia per furto aggravato, invece, per A.A, del posto, accusato di aver rubato due bici nei giorni scorsi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 240 volte, 1 oggi)